Maria Crocco è il nuovo sub commissario

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Maria Crocco è il nuovo sub commissario

  19 luglio 2019 16:06

Il Consiglio dei ministri ha nominato il nuovo sub commissario della sanità calabrese. Si tratta di Maria Crocco. Andrà a sostituire Thomas Schael dimessosi all'inizio di luglio. Nel comunicato di Palazzo Chigi si legge anche della conferma del commissario Saverio Cotticelli. In effetti, la deliberazione del governo arriva a sei mesi di distanza dall'insediamento, ossia il periodo di verifica sull'operato della struttura commissariale.  

Mario Crocco, è laureata in giurisprudenza. Ha iniziato la sua scalata nella Pubblica Amministrazione nel '79 quando è stata assunta nel comune di Gissi (in provincia di Chieti). Tre anni dopo il passaggio nella Regione Abruzzo come funzionaria e nel '94, vincendo il concorso, ottiene la qualifica di dirigente. Dopo la guida di vari settori, dal 2009 al 2014 è il direttore regionale della direzione Politiche della Salute. Nell'ultima parte della carriera è stata dirigente del servizio "Assistenza distrettuale territoriale- Medicina convenzionata e Penitenziaria".

Banner

Nell'assetto della struttura commissariale calabrese sarà la componente "tecnica", mentre il generale Cotticelli resta la figura di rappresentanza. 

Il ministro Grillo ha commentato così la nomina: “Faccio i miei migliori auguri alla dottoressa Crocco che vanta una significativa esperienza nella gestione sanitaria e che, da oggi, è chiamata a un lavoro non semplice - dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo -  ma che, ed è questo il mio auspicio, saprà onorare con entusiasmo e determinazione, per il bene dei cittadini, ma anche di chi lavora con serietà e dedizione nella sanità calabrese.

Banner

Il ministero della Salute continuerà a supportare la struttura commissariale della Regione Calabria affinché siano presto raggiunti i risultati che tutto il Paese, e non solo i calabresi, attendono e per i quali ci siamo impegnati in questi mesi di intenso lavoro culminati nell’approvazione del Decreto Calabria, trasformato in legge nelle scorse settimane” conclude Grillo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner