Modifica legge Valli Cupe proposta da Tallini, il no di 35 sindaci del Catanzarese

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Modifica legge Valli Cupe proposta da Tallini, il no di 35 sindaci del Catanzarese
Valli cupe (Foto di archivio)
  10 ottobre 2019 09:22

I sottoscritti:

1) Sindaco di Albi, Salvatore Ricca
2) Sindaco di Andali, Piero Peta,
3) Sindaco di Botricello, Michele Ciurleo,
4) Sindaco di Caraffa, Antonio Sciumbata,
5) Sindaco di Cardinale, Danilo Staglianò,
6) Sindaco di Cenadi, Alessandro Teti,
7) Sindaco di Cerva, Fabrizio Rizzuti
8) Sindaco di Chiaravalle, Donato Domenico,
9) Sindaco di Cicala, Alessandro Falvo,
10) Sindaco di Cortale, Francesco Scalfaro,
11) Sindaco di Fossato Serralta, Domenico Raffaele  
12) Sindaco di Gasperina, Gregorio Gallello,
13) Sindaco di Guardavalle, Giuseppe Ussia,
14) Sindaco di Iacurso, Serratore Nando
15) Sindaco di Magisano, Fiore Tozzo,
16) Sindaco di Maida, Salvatore Paone,
17) Sindaco di Marcellinara, Vittorio Scerbo,
18) Sindaco di Miglierina, Pietro Hiram Guzzi,
19) Sindaco di Olivadi, Nicola Malta ,
20) Sindaco di Pentone,Vincenzo Marino,
21) Sindaco di San Mango d’Aquino, Luca Marrelli
22) Sindaco di Sant’Andrea, Nicola Remogida
23) Sindaco di Sellia, Davide Zicchinella,
24) Sindaco di Sellia Marina, Francesco Mauro
25) Sindaco di Serrastretta, Felice Molinaro
26) Sindaco di Settingiano, Rodolfo Iozzo,
27) Sindaco di Sorbo San Basile, Enzo Nania,
28) Sindaco di  Soverato, Ernesto Alecci,
29) Sindaco di Soveria Simeri, Amedeo Mormile,
30) Sindaco di Tiriolo, Domenico Greco,
31) Sindaco di Vallefiorita,Salvatore Megna
32) Sindaco di Zagarise, Domenico Gallelli

in riferimento alla proposta di modifica della Legge Regionale n. 41/2016 (istituiva della Riserva Naturale Regionale delle ValliCupe) con la quale il consigliere regionale Domenico Tallinipropone al Consiglio regionale di sostituire nella gestione dellastessa Riserva un ente pubblico (il Comune di Sersale) con un’associazione ambientalistica privata, “intendiamo ribadire la nostra solidarietà al Sindaco ed all’amministrazione comunale di Sersale di fronte ad una attività che, come posta, appare come fortemente lesiva dell’autonomia di un ente locale e mortificatrice del ruolo delle istituzioni”.

Banner

“Alla luce di ciò ed in vista della seduta di Consiglio Regionale fissata per giovedì 10 ottobre nella quale, sebbene non inserita all’ordine del giorno, la pratica potrebbe essere portata quale pratica “fuori sacco” (previa verifica della sussistenza dei presupposti di indifferibilità ed urgenza), i sottoscritti chiedono al ConsiglioRegionale della Calabria di rispettare il ruolo e le prerogative delle autonomie locali e, nello specifico, il ruolo del Comune di Sersalenella gestione di un’area protetta ricadente all’interno del proprio territorio e che riguarda anche il territorio del comune di Zagarise e quelli di prossimità dei comuni di Cerva e Sellia Marina, e chiedono, quindi, di non votare la suddetta proposta di legge”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner