Natale Viscomi: "Anno liturgico e fonte d'amore certa nella fede del futuro"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Natale Viscomi: "Anno liturgico e fonte d'amore certa nella fede del futuro"
Natale Viscomi
  29 dicembre 2020 16:32

di NATALE VISCOMI

Quando ci si sveglia con Babbo Natale si comprende–ono le cose della vita intendo Vangelo Cristiano, chi è Babbo Natale il Padre che è nei Cieli, sorpreso mi incammino ad averlo come Figlio nel Padre nel mistero della SS Trinità. Dove va il calendario liturgico. Non siamo buoni se facciamo un servizio, o se facciamo i buoni come i buonisti convenienti, e poi partecipiamo alla stessa politica di Pilato che si occupa della sua anima e non del gregge. Non apre al popolo della sua verità fanno scempio e gozzoviglie, oggi nei palazzi godono la loro vittoria non il giorno del giudizio: quanto sono stati moltiplicati i talenti che Dio ha donato a chi ha permesso di lavorare nella propria vigna? Io ne ho una, vino buono dicono, non è il mio è il Suo, viene dal mio dolore sofferenze, all’indignazione delle insofferenze e delle incoerenze nel nome cristiano oggi non è un problema di Misericordia ma di ceppo politico, a quale politica apparteniamo…. Ai cuori che muoiono d’amore con Gesù o con chi ama la solitudine dell’incoraggio coraggioso cuore.

Banner

Non siamo tristi a ognuno il suo e non chiunque dice Signore Signore entrerà nel Regno dei Cieli. Dove va Babbo Natale Verso il cristianesimo umanizzato dalla lebbra del peccato a portare doni a supplire all’ignoranza della Gloria dalla verità dell’appariscenza (Tutti peccatori) dalla viltà di amare la verità dell’ incuria dei propri peccati che ci fanno ignorare la conoscenza le tentazioni del contrario, la sua umiltà Dio Amen Carità Dove va questo mondo che si solleva per una quota di vaccino, e una miseria che deve ancora venire dove va Dio, verso l’uomo la sua verità che tarda a venire. Gesù solleva il Padre con la carità della croce, l’uomo lo tradisce con l’insipienza della verità. Dove va l’uomo verso il cuore che non ama, se i figli non amano il padre invano il padre ad aspettarli perché sono già lontani, questa non è la parabola del figliol prodigo, ma del figlio crotico. Da terra polvere sei e polvere ritornerai, torna la Pasqua ma noi siamo con il Natale la sua letizia diceva San Francesco d’Assisi se solo si potesse conoscere e sperimentare un grammo di questa carità…verremmo in piedi ad amare quella croce del cuore di Cristo. Ma dov’è la sapienza anzi la cultura di questo mondo, al contrario. Poltrone e distanziamenti economici da urtare anche l’ultimo dei poveri di questo MM millennio.

Banner

Stanze vuote e cuori pieni di vanità vuol dire che la scuola cristiana ha perso i padri non nella cultura della lettura, ma nella realizzazione del progetto. Il costruttore non mette mano ma costruisce la propria vita nel cielo. Costruite oggi la vostra volontà ad amare perché poi è tardi non perché Dio non è buono, perché si devono meritare i premi nel Paradiso: Mai visto un ladro di brillanti che li regala Pace Amen Carità Affrettatevi ad amare questo millennio perché tardi viene il ladro e vi ruba le vostre ricchezze…. ma viene sicuro: Satana vi aspetta Il calendario liturgico torna ancora con un anno per finire la sua luce tra qualche giorno non di caro prezzo siamo stati riscattati ma di vita di Dio peggio di cui non c’è peggio le mie colpe sono le mie dirò a Dio senza mai poter amare il prossimo più di come l’ho fatto, ancora senza amare di più ognuno porti il suo fardello, Dio sta già giudicando il perimetro nella nostra casa, non basta per poterc

Banner

salvare, a chi non ha creduto a Mosè e alla Sua storia a Gesù come Salvatore non come uno da scartare nelle nostre verità … Pace Amen Carità Mi disguardo ancora e vedo mentre sono con Babbo Natale Carità …

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner