'Ndrangheta, blitz carabinieri: presi cugini ex consigliere Valle Aosta

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images 'Ndrangheta, blitz carabinieri: presi cugini ex consigliere Valle Aosta
Foto di archivio di un'automobile dei Carabinieri
  17 luglio 2019 14:31

REGGIO CALABRIA- Una guerra tra "famiglie di 'ndrangheta" tra le più agguerrite della Piana di Gioia Tauro per il controllo del malaffare, sull'asse Aosta-San Giorgio Morgeto, soprattutto nel settore dei lavori pubblici e delle estorsioni, ricorrendo anche all'omicidio. Sotto la lente della Procura antimafia di Reggio Calabria, diretta da Giovanni Bombardieri, sono finiti due 'storici' gruppi di 'ndrangheta di Cittanova e San Giorgio Morgeto, i Facchineri e i Raso, che negli anni '80 ingaggiarono una sanguinosa faida durante cui furono assassinati anche donne e bambini. L'inchiesta di oggi, condotta dai carabinieri del Comando provinciale, della compagnia di Taurianova e dello speciale gruppo di stanza a Gioia Tauro, diretto dal ten.col. Andrea Milani, ha ricostruito i dissidi e gli scontri tra i due gruppi per il dominio della 'locale' di 'ndrangheta di Cittanova e San Giorgio Morgeto, e le diramazioni nel nord Italia.
"I Facchineri - ha detto il procuratore aggiunto Gaetano Paci in conferenza stampa - erano guidati da Giuseppe Facchineri 'u prufussuri', mentre il gruppo Raso-Sorbara-Fazari, aveva il loro vertice rappresentato dall'anziano boss Mario Gaetano Agostino. Al centro delle attività criminali l'asfissiante controllo del territorio: appalti pubblici, taglio dei boschi, compravendita dei terreni, assunzioni di lavoratori nelle aziende locali. Ed ancora: danneggiamenti, estorsioni, e infiltrazione nella pubblica amministrazione di Aosta". Marco Sorbara, ex assessore alle Politiche sociali del comune di Aosta ed ex consigliere regionale dell'Union Valdotaine, cugino di due degli arrestati la scorsa notte, era stato infatti già incarcerato su richiesta della Dda di Torino il 23 gennaio scorso con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa insieme ad altre 15 persone nell'ambito dell'operazione antimafia eseguita dai carabinieri denominata 'Geenna', per avere favorito una cosca di 'ndrangheta operante in Aosta.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner