Non danneggiò i mezzi di un imprenditore: la Corte d'Appello di Catanzaro conferma l'assoluzione a Diego Mancuso

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Non danneggiò i mezzi di un imprenditore: la Corte d'Appello di Catanzaro conferma l'assoluzione a Diego Mancuso
La Corte d' Appello di Catanzaro e sede della Procura di Catanzaro
  17 dicembre 2020 18:18

La Corte d’appello di Catanzaro (presidente Capitò) ha confermato l’assoluzione già pronunciata dal Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di Domenico Mancuso alias the red, figlio del boss Diego Mancuso, scarcerato di recente dopo l’espiazione di una condanna definitiva.

Domenico Mancuso era stato arrestato nel 2014 con l’accusa di aver danneggiato i mezzi di proprietà di un imprenditore si Nicotera,  rivendicando l’attentato e ponendo in essere un estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Mancuso, difeso dagli avvocati Francesco Sabatino e Antonio Porcelli, era stato assolto dal tribunale di Vibo Valentia con sentenza che veniva appellata dall’allora pm della dda Camillo Falvo.

All’udienza odierna il procuratore generale ha invocato la riforma della sentenza chiedendo per il Mancuso la condanna a 8 anni di reclusione e 9000 euro di multa, richiesta disattesa dalla corte che accogliendo i rilievi della difesa ha mandato assolto l’imputato

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner