Olimpiadi italiane di Informatica 2020. Medaglia di bronzo allo studente del Liceo Fermi di Catanzaro, Pietro Danieli

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Olimpiadi italiane di Informatica 2020. Medaglia di bronzo allo studente del Liceo Fermi di Catanzaro, Pietro Danieli
Pietro Danieli, studente della classe VE del Liceo Scienze Applicate "E. Fermi"
  29 dicembre 2020 16:42

A conclusione della XX edizione delle OLIMPIADI ITALIANE DI INFORMATICA 2020 che si è svolta, a causa dell’emergenza Covid-19, in modalità online il 25 novembre scorso e facendo seguito alla cerimonia di premiazione, trasmessa martedì 1° dicembre sul canale youtube di AICA, l’I.I.S. “E. Fermi” di Catanzaro ha ricevuto comunicazione da parte del Comitato Olimpico che lo studente Pietro Danieli, frequentante la classe VE del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, è risultato vincitore di una medaglia di bronzo.

Grande la soddisfazione del Dirigente Scolastico Teresa Agosto, del referente prof. Giovanni Pettinato, dei docenti di informatica e di tutto il personale della scuola.

Banner

Questo è l’ennesimo successo raggiunto dagli studenti dell’IIS Fermi nelle varie competizioni nazionali ed internazionali, grazie al lavoro del personale tutto e grazie alla politica scolastica dell’istituto che mira, oltre ad un’attività didattica innovativa, anche a valorizzare e potenziare le eccellenze.

Banner

Un risultato brillante, considerato che ai nastri di partenza si sono presentati oltre 15 mila studenti, mentre alla gara nazionale hanno partecipato solo in 90 e l’alunno Pietro Danieli si è classificato al 30° posto.

Banner

Un risultato che incoraggia ancora di più la partecipazione dell’Istituto a tale manifestazione alla quale ha aderito da soli tre anni e che coinvolge gli studenti del terzo e quarto anno del Liceo scientifico opzione Scienze Applicate.

Quale nesso si può quindi rintracciare tra l’Informatica così come viene studiata nell’IIS Fermi di Catanzaro e le Olimpiadi che per tradizione rappresentano un gioco? La risposta a tale domanda può essere utile anche per orientare nella scelta consapevole gli alunni del primo grado: il collegamento è nella particolarità della sfida, che in questo caso consiste nella risoluzione e implementazione di un problema computazionale.

Un obiettivo specifico dell’insegnamento di Informatica è infatti lo sviluppo delle capacità di analizzare ed affrontare problemi computazionali con metodo scientifico.

Ogni applicazione informatica, dalla più semplice alla più complessa, racchiude al suo interno un procedimento algoritmico.

Oggi si stanno concretizzando importanti risultati scientifici che vanno dalla Robotica all’Intelligenza Artificiale e nuove sfide si aprono all’orizzonte; nuove professioni/mansioni prenderanno probabilmente il posto di quelle attuali e quale suggerimento per i nostri giovani se non quello di accettare la sfida e mettersi in gioco con le nuove tecnologie?

                                                                                        

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner