Oliverio smentito dagli organizzatori del festival: "Nessun rapporto di sponsorizzazione con la Regione"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Oliverio smentito dagli organizzatori del festival: "Nessun rapporto di sponsorizzazione con la Regione"
mario oliverio festival di spoleto
  05 agosto 2019 16:16

di TERESA ALOI

Tutto ruota attorno alla spesa del presidente Oliverio  di fondi regionali  per finanziare il talk show inserito nella manifestazione “Il Festival  dei due mondi” di Spoleto. Le indagini portate avanti dalla Guardia di Finanza hanno infatti  “consentito  di scoprire – si legge tra le pagine dell’ordinanza -  come artatamente Oliverio abbia inserito il finanziamento del format tra le spese del Por  (determinando l’aggiunta di una nuova voce rispetto al programma per la promozione turistica regionale, già  formulato e approvato) facendo figurare come una sponsorizzazione che la Regione Calabria  avrebbe tratto dalla contribuzione  al notorio Festival umbro”.

Banner

Una realtà tutta diversa  per gli stessi organizzatori della rassegna cinematografica internazionale che “hanno palesemente smentito che vi fosse un benché minimo rapporto di sponsorizzazione  tra il Festival e la Regione Calabria”.

Banner

Perché, di fatto, la realtà, a leggere le carte, è che la Regione “ha letteralmente finanziato il format “Hdrà Talk- i dialoghi di Paolo Mieli”  ed Oliverio, ideatore di tale contributo (per il tramite di Ferdinando Aiello) ha ottenuto in cambio una personale promozione politica incentrata sulla sua sola figura e del suo partito)”. Nessun beneficio, per la promozione turistica calabrese, dunque, “si è avuto dalla spesa del capitale pubblico, atteso che nessuna sponsorizzazione è stata eseguita”.

Banner

 Una convinzione degli inquirenti che viene fuori  dall’esame  - “voce per voce” – delle spese rendicontate  dalla società Hdrà, considerata l’assenza “di qualsivoglia nesso tra le stesse e la promozione turistica regionale”.

A promuovere l’iniziativa  determinando la partecipazione della Regione Calabria, sarebbe stato Ferdinando Aiello e tra le spese addebitate alla regione per la trasferta  spolentina figurano anche  quella della permanenza di Aiello.

Spese, tante. Quelle per la cena- evento dedicata all’enogastronomia calabrese  organizzata presso l’antico palazzo nobiliare “Vincenti Mareri”. Ma anche fatture pagate per Raffaella Carrà. Ed infatti   le fatture della spesa successivamente presentate dalla Hdrà spa e liquidate dalla Regione Calabria hanno riguardato, tra le altre cose, «le spese per il trasporto il vitto e il pernottamento di tutti gli ospiti del talk show di Paolo Mieli (tra i quali Raffaella Carrà, Carlo Frecciero, Ennio Fantastichini e tanti altri), o ancora il costo del personale della Hdrà, la realizzazione del materiale fotografico e audiovisivo degli incontri di Paolo Mieli (con tutti i suoi numerosi ospiti e non solo quello relativo all’intervista con il governatore)», scrive il gip nell’ordinanza di applicazione delle misure cautelari.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner