One Billion Rising. Domenica si piantano alberi contro la violenza sulle donne nel Cosentino

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images One Billion Rising. Domenica si piantano alberi contro la violenza sulle donne nel Cosentino

In Calabria l'iniziativa si terrà a Rende, Cetraro, San Giovanni in Fiore e Pedace

  11 febbraio 2021 13:57

Domenica alle 11, saranno messi a dimora alberi a Rende, Cetraro, San Giovanni in Fiore e Pedace in occasione di One Billion Rising, appuntamento globale contro la violenza di genere che quest’anno va a braccetto con la difesa dell’ambiente. A promuovere l’iniziativa le associazioni I giardini di Eva, MEDiterranean MEDIA, AIParC, Banca del tempo, Casali Solidali, Biblioteca delle Donne Bruzie, Donne e Diritti, supportate dalle istituzionali comunali.

Le sette associazioni hanno deciso di aderire all’iniziativa internazionale attraverso un atto di cura, con lo scopo di contrastare il degrado e l’incuria dei territori ed offrendo una visione positiva in tempi di collasso ecologico, sociale e spirituale. La pandemia ha trasformato il flashmob che ha caratterizzato le edizioni passate in un’azione concreta e di condivisione mediante l’utilizzo dei social. Chi lo vorrà potrà pubblicare un post, una foto o un video con l’hashtag #coltiviamolanonviolenza sulle pagine Facebook de I Giardini di Eva e One Billion Rising Italia. Inoltre è prevista una diretta Facebook alle 11.30 di domenica 14 febbraio

Banner

In particolare a Rende un cedro del libano sarà piantato nei pressi del campetto di calcio di Viale dei Giardini e sarà dedicato alla memoria di Agitu Ideo Gudeta, sociologa e imprenditrice di successo dedita all’economia sostenibile, uccisa per mano di un suo ex dipendente. All’iniziativa parteciperanno le rappresentanti istituzionali del Comune. A San Giovanni in Fiore, nello spazio antistante l’Abazia Florense, sarà piantato un abete, a Pedace saranno messe a dimora delle piante nei pressi della Biblioteca delle Donne Bruzie da dedicare a Rita Pisano, mentre a Cetraro i cittadini metteranno a dimora delle piante.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner