Permessi di soggiorno rinnovati per alcuni lavoratori extracomunitari di San Ferdinando, la soddisfazione dell'Usb

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Permessi di soggiorno rinnovati per alcuni lavoratori extracomunitari di San Ferdinando, la soddisfazione dell'Usb
La bandiera dell'Usb
  18 ottobre 2019 18:27

"Apprendiamo con soddisfazione che alcuni dei lavoratori extracomunitari seguiti dallo 'Sportello per i diritti - Soumaila Sacko', che Usb e
Nuvola Rossa animano a San Ferdinando, hanno finalmente potuto rinnovare il permesso di soggiorno".

"Si tratta di lavoratori ospiti della tendopoli che da mesi non potevano rinnovare il permesso benché titolari di protezione umanitaria o sussidiaria, in quanto impossibilitati a certificare una residenza, richiesta dai funzionari con cui interloquivano negli uffici preposti, nonostante questa non sia vincolante ai fini del rinnovo del permesso di soggiorno. Per questo motivo, hanno dovuto progressivamente rinunciare a un lavoro e a un alloggio regolari". E' quanto si afferma in un comunicato della federazione di Reggio Calabria del sindacato Usb. "Come abbiamo più volte denunciato a Prefettura e Questura di Reggio, cui vanno riconosciute una corretta disponibilità a ricevere le nostre istanze - è detto nel comunicato - questa prassi amministrativa, oltreché impropria da un punto di vista delle leggi in vigore e lesiva della condizione giuridica riconosciuta da apposite commissioni territoriali o dal tribunale ai soggetti titolari di forme di protezione, sta determinando un aumento delle condizioni di irregolarità sulla Piana di Gioia Tauro. Infatti, coloro che non riescono a produrre l'attestazione della residenza vedono giungere pericolosamente in prossimità di scadenza la validità del proprio permesso, che in alcuni casi affrontati dallo Sportello Soumaila Sacko' è poi scaduto effettivamente". "Senza permesso è impossibile - riporta ancora il comunicato - richiedere un'iscrizione anagrafica al Comune e prendere in affitto un appartamento o una stanza; lo stesso dicasi per un rapporto di lavoro regolarmente contrattualizzato".

Banner

"Un circolo vizioso rispetto al quale abbiamo chiesto a Prefettura e Questura di fare chiarezza, se il caso istituendo un confronto con le amministrazioni comunali della Piana. Non possiamo che essere contenti di questi rinnovi e confidiamo che la cosa non si debba alla buona volontà di un singolo ma ad un generale cambio di passo, che speriamo venga formalizzato nel corso della riunione in programma per martedì prossimo in Prefettura".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner