Petilia Policastro, trovato il cadavere di un trentottenne. Usata arma di piccolo calibro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Petilia Policastro, trovato il cadavere di un trentottenne. Usata arma di piccolo calibro
Foto di archivio di un'automobile dei carabinieri
  12 luglio 2019 10:01

PETILIA POLICASTRO - I Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro unitamente a quelli del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Crotone hanno avviato serrate indagini volte a identificare gli autori dell’omicidio di  Alberto Luca Valentino, 38enne incensurato, residente a Caccuri, originario del quartiere marinaro di Catanzaro, il cui cadavere è stato rinvenuto nella serata di ieri in località Cavone Grande di Petilia Policastro. Da primi accertamenti è emerso che la vittima è stata attinta allo zigomo destro da un colpo d’arma da fuoco  di piccolo calibro, verosimilmente una pistola. 
Il cadavere del trentottenne, che lavorava come bracciante agricolo alle dipendenze di un'azienda, è stato trovato dai carabinieri a seguito di una segnalazione giunta al 112 sulla presenza di un ferito a terra. L'omicidio, secondo le prime ipotesi, sarebbe avvenuto nella tarda serata di ieri o nella notte su una stradina sterrata della località montana Cavone Grande che l'uomo ha raggiunto a bordo della sua utilitaria ritrovata a poca distanza dal cadavere.
Valentino, molto probabilmente, aveva un appuntamento con qualcuno, la stessa persona che poi avrebbe fatto fuoco uccidendolo. Gli investigatori dei carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro e del Reparto operativo del Comando provinciale di Crotone che conducono le indagini con il coordinamento della Procura di Crotone sul movente non si sbilanciano e dicono di non escludere alcuna pista. L'uomo era sposato e padre di due figli.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner