Politeama in visibilio per il saggio di danza del Maison d’Art

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Politeama in visibilio per il saggio di danza del Maison d’Art
Il saggio del centro di danza Maison d’Art
  07 luglio 2019 14:48

di CLAUDIA FISCILETTI

Uno spettacolo di danza nel corso del quale i ballerini hanno letteralmente incantato il pubblico con le loro movenze e la loro espressività. Si può sintetizzare così il saggio di danza della scuola Maison d’art Ballet di Francesco Piro. Un appuntamento annuale che, anche questa volta, non ha deluso le aspettative e ha mandato in visibilio il pubblico del Politeama.

Banner

 

Il primo tempo è stato aperto dagli allievi più giovani della scuola che hanno magistralmente interpretato “Rapsodia Spagnola” facendo trasognare il pubblico: così giovani eppure già così bravi, capaci di calcare le scene al pari di navigati professionisti e di regalare emozioni rare e preziose. Un primo tempo eclettico: dal classico di “Rapsodia spagnola” al moderno, da questo al tip tap passando per il repertorio. La Maison d’Art Ballet può vantare nei vari generi una preparazione precisa, puntuale e difficilmente eguagliabile. Se il primo tempo emoziona e avvince, il secondo tempo rappresenta una vera e propria escalation, il cuore pulsante dell’intero spettacolo. Con la produzione inedita “Between us” lo spettatore viene coinvolto a 360 gradi, è lui infatti a interiorizzare i messaggi che i giovani ballerini trasmettono con il linguaggio del corpo. Un linguaggio a tratti poetico e intimo e a tratti forte e quasi ferino capace di trasfigurare la realtà e, tuttavia, ricondurre al tangibile del nostro presente. Il tutto estremamente curato: dalla scenografia minimalista al disegno luci che crea a volte ambienti sfumati e altre volte ambienti sfavillanti; dai costumi eleganti nella loro voluta semplicità alle musiche innovative, frutto di una ricerca costante; per finire con le magistrali coreografie di Piro, apprezzate nell’intero panorama internazionale. In ultimo, ma non per ultimo, il corpo di ballo che ha lasciato i presenti a bocca aperta strappando numerosi e intensi applausi. Un momento particolarmente emozionante è stato la conclusione  della serata che ha visto Francesco Piro applaudire commosso tutti i suoi allievi, un applauso che corona un anno di intenso lavoro.

Banner

 

E il centro danza Maison Ballet anche quest’anno si è rivelato il fiore all’occhiello di una Calabria che aiuta i giovani a crescere, a socializzare, a creare il proprio futuro. E tanti giovani della nostra regione danzano in tutto il mondo grazie agli insegnamenti di Francesco Piro, da Roma a Montecarlo, da Torino a Basilea, da Milano a Londra, da Napoli a Johannesburg, sono giovani che tengono alto il nome della Calabria.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner