Poliziotti aggrediti a Catanzaro durante l'arresto. Morabito (Siulp): "Necessario un reato specifico"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Poliziotti aggrediti a Catanzaro durante l'arresto. Morabito (Siulp): "Necessario un reato specifico"
Gianfranco Morabito, segretario provinciale generale Siulp
  30 dicembre 2020 18:31

di GIANFRANCO MORABITO* 

Voglio pubblicamente esprimere la mia piena solidarietà ai due colleghi della Volante che ieri pomeriggio, nel corso della normale attività di controllo del territorio e nell’esecuzione di una perquisizione domiciliare che ha consentito di recuperare un considerevole quantitativo di refurtiva frutto di precedenti reati, sono stati oggetto di una vile aggressione da parte di due soggetti appartenenti alla locale comunità rom, successivamente tratti in arresto.

Banner

LEGGI QUI. Catanzaro. Trovati con la refurtiva in casa a viale Isonzo, arrestati due pluripregiudicati. Prima delle manette aggrediscono i poliziotti

Si tratta di una ulteriore grave aggressione ai danni di due operatori di Volante che va ad incrementare tristemente l’oramai interminabile lista di feriti tra gli appartenenti alle Forze dell’Ordine. Ci troviamo di fronte ad una ennesima violenza gratuita su personale in uniforme che ci induce a ritenere sempre più urgente la necessità che si legiferi in tal senso, prevedendo un reato specifico per punire chi aggredisce lo Stato e i suoi Rappresentanti. Non è più concepibile l’aggravarsi di un simile scenario che registra tra gli operatori addetti alla sicurezza un dato statistico impressionante: un referto ospedaliero per ferito da aggressione ogni tre ore e mezza.

Banner

Soltanto l’adozione di rigorose misure carcerarie che diano contezza e certezza alla pena inflitta possono rappresentare il deterrente per un fenomeno di tali dimensioni.

Ecco perché esprimiamo solidarietà e vicinanza ai due colleghi ingiustificatamente aggrediti per le lesioni riportare, augurando loro una pronta, celere e definitiva guarigione, considerato che a causa delle lesioni riportare è stato necessario il ricorso ai Sanitari del locale Pronto Soccorso.

Voglio, infine, esprimere un plauso e ringraziare ancora una volta tutti gli Operatori intervenuti nel servizio in argomento poiché, nonostante le ovvie difficoltà connesse all’emergenza pandemica in atto, con la loro encomiabile condotta operativa, con spirito di sacrificio ed elevata professionalità, nonostante la pericolosità dimostrata dai due nomadi sono riusciti ad arrestarli ed assicurarli alla Giustizia, dando un senso concreto alla mission della Polizia di Stato.

*Segretario Provinciale Generale Siulp

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner