Sanità. La riflessione di Felice Caristo: “Bisogna rafforzare il Dipartimento Salute della Regione”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sanità. La riflessione di Felice Caristo: “Bisogna rafforzare il Dipartimento 
Salute della Regione”
Felice Caristo
  13 ottobre 2020 13:34

di FELICE CARISTO

"L’audizione in Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Direttore Regionale del Dipartimento Sanità Bevere, dimostra qual è lo stato dell’arte di questa fondamentale articolazione Istituzionale in epoca Covid – 19. Dal 2009 ad oggi è stato accumulato un disavanzo abnorme ( perfino difficile da scrivere).

Un Dipartimento che opera con una trentina di unità, considerando che le altre Regioni né vantano oltre 100. Con il Decreto Calabria che doveva garantire ulteriori poteri rispetto a quelli previsti ha bloccato la Programmazione.

In epoca covid- 19, non ci possiamo permettere una confusione imperante con scelte assunte in contrasto con le direttive regionali.In questo Dipartimento bisogna trovare una soluzione più stabile che possa garantire una rotazione organica che consenta nel tempo di formare tecnici che possono essere l’ossatura portante degli uffici.

Nell’ultimo anno ci sono stati alla guida del sistema di assistenza territoriale figure estranee all’apparato sanitario territoriale che non sono stati capaci di assumere decisioni importanti e strategiche.

Questa mancanza di coordinamamento, non ha consentito il decollo del Centro Covid come è successo a Corigliano Rossano. Ora la stessa situazione si potrebbe verificare a Cetraro. Le altre Istituzioni di Vertice della Sanità calabrese il Presidente della Regione che in quanto Responsabile della Protezione Civile ha competenza in materia di Istituzione dei Centri anti Covid – 19. La struttura Commissariale che fa riferimento al Ministero della salute e dell’economia, il cosiddetto Tavolo Adduce.

Infine la struttura Commissariale delle Aziende Sanitarie Provinciali sciolte per infiltrazioni mafiose che fanno riferimento al Ministero dell’Interno, devono necessariamente sforzarsi nel cecare una collaborazione Istituzionale, che consenta alla Sanità Calabrese di uscire da questo tunnel, che se il contagio Pandemico malaguratamente cresce, rischia in Calabria di creare Focolai, che non sono dal puntodivista sanitario governabili.

Nella situazione emergenziale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che dovrà essere varato interviene sull’importanza dei test Rapidi e sulla Modifica dei termini della cosiddetta quarantena (Proposta Sileri). Tutti provvedimenti che richiedono un coordinamento Istituzionale che favorisca la deospedalizzazione".