Premi Covid, Larussa dopo l'incontro con Bortoletti e Fantozzi: "Deciso cambio di passo. Soluzione vicina"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Premi Covid, Larussa dopo l'incontro con Bortoletti e Fantozzi: "Deciso cambio di passo. Soluzione vicina"

  07 dicembre 2021 21:13

Riunione in Cittadella regionale fra la dirigenza medica, rappresenta da Filippo Maria Larussa (Anaao Assomed), il dg del dipartimento Salute Iole Fantozzi e il sub-commissario non ancora insediato Maurizio Bortoletti. Al centro l'annosa questione delle premialità Covid agli eroi. Un tallone d'Achille visto che non sono stati sostanzialmente erogati da nessuna azienda calabrese nonostante l'accordo sottoscritto con la triplice nell'estate del 2020. Molte delle somme sono state impiegate in realtà per altre finalità e così è venuta a galla l'aridità in capitoli che invece, sulla carta, erano piuttosto cospicui. L'incontro a cui era stata invitata la dirigenza medica autonoma (oltre ad Anaao Assomed, CIMO, FASSID, AAROI EMAC, FVM, FESMED, ANPO ASCOTI FIALS MEDICI) potrebbe segnare un cambio di passo. 

Banner

Larussa ha ricordato che parliamo dei "Premi Covid agli eroi della prima fase della pandemia, sostanzialmente quadrimestre marzo-giugno 2020. Per inadempienze ed errori che non possono essere attribuite al nuovo management, peraltro in formazione visto che mancano alcune caselle di tutto rilievo, cercare le soluzioni per ristorare gli eroi". "Ho denotato un deciso - ha fatto notare Larussa-, un notevole cambio di passo rispetto alle precedenti gestioni. C’è molto più dinamismo, c’è molta più intenzione di arrivare ad una risoluzione, certo sulla base di un sano realismo. Purtroppo, sono stati fatti alcuni errori, probabilmente per certi versi non rimediabili. Su altri siamo ad una fase avanzata di definizione degli strumenti per superare questi errori. Per merito dell’Anaao Assomed la direzione del dipartimento ha notato che nei famosi 8 milioni del ‘Cura Italia’  più 6 del ‘Salva Italia’ più 2 di risorse aggiuntive, che sono assodati e non teorici come ha precisato il subcommissario Bortoletti, ci sono in più 1,4 milioni di euro che è la quota pari al 3,25% assegnato alla Calabria da un decreto interministeriale (sulla base di una proposta della Conferenza Stato-Regioni) derivanti dai 40 degli 80 milioni di risparmio di spesa di gestione della Camera dei deputati che la legge di bilancio del 2020 ha assegnato per gli eroi del Covid". 

Banner

Dunque si agisce per una "Velocissima e attenta verifica di tutte le risorse che sono state impropriamente spese per altri voci, come pagamento degli straordinari, prestazioni aggiuntive e  acquisto Dpi in epoca Covid, cose importanti che però dovevano vedere impiegate risorse in altri capitoli di spesa. Adesso non so se si arriverà ai 17,4 milioni complessivamente previsti ma sicuramente tutto quello che sarà possibile recuperare sarà recuperato. Probabilmente le quote delle tre fasce di rischio: 1830 euro, 780 euro e poco meno di 300 euro saranno limate al ribasso. Si troverà una soluzione nel rispetto della legge per i colleghi delle centrali operative del 118, che sono a pieno titolo eroi, ma - conclude Larussa- purtroppo facendo parte della categoria del personale convenzionato non entrano nel dettato legislativo che riserva questi premi al personale dipendente". A seguito della riunione della dirigenza è stata convocata anche quella col comparto. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner