“Quota 100”, il caminetto informativo promosso dal Rotary Club Cropani.

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images “Quota 100”, il caminetto informativo promosso dal Rotary Club Cropani.
Pitari e Caserta
  25 ottobre 2019 10:24

di FRANCESCA FROIO

Le problematiche  derivanti dall’attuazione del decreto legge n. 4/2019 “quota 100”, al centro del caminetto organizzato dal Rotary Club Cropani.

Banner

Anche per l'anno rotariano 2019/2020 l’obiettivo del Rotary Club Cropani è quello di avvicinare il più possibile il Rotary al territorio in cui opera, incrementando i rapporti di collaborazione con la popolazione e le istituzioni locali. 

Banner

Dopo un’ attenta valutazione, in linea con questo filo conduttore, il Club ha indetto un caminetto a tema, che ha visto la partecipazione di numerosi soci, per illustrare la proposta elaborata da un’equipe tecnica rappresentata da Antonio Caserta, ex funzionario regionale.

Banner

“Attraverso il caminetto “Quota 100”, finalizzato ad innescare riflessioni sugli effetti derivanti dall’ attuazione della legge, abbiamo voluto fornire una risposta concreta- ha dichiarato il presidente Pietro Pitari – ad un  bisogno intercettato  sul territorio,  quello legato ad una maggiore delucidazione riguardo l’attuazione del richiamato decreto legge”

Nel corso del caminetto sono emersi gli aspetti sia positivi che negativi inerenti l’applicazione della normativa. 
Fra gli aspetti positivi più rilevanti ci sono quelli riguardanti l’opportunità per quei dipendenti che sono in possesso dei requisiti, di poter, dopo approfondita valutazione, collocarsi a riposo senza essere costretti ad attendere la tempistica della legge Fornero.
 
Si registrano aspetti positivi anche per le amministrazioni che, in applicazione di tale normativa, realizzano economie inaspettate che potranno essere utili a contribuire a ripianare i deficit accumulati. 

Vi è tuttavia, un aspetto negativo di enorme rilevanza che afferisce al fatto che tra i “quotacentisti” risulta esserci un buon 20% che è l’asse portante della p.a. e la cui fuoriuscita anticipata “imprevista” determina, un rallentamento, e in alcuni casi il blocco, di alcuni servizi e settori, con notevole disagio per la collettività anche alla luce del notorio blocco delle assunzioni nelle pubbliche amministrazioni.

Ad aderire all’incontro molti rotariani e non, che hanno avuto la possibilità di informarsi bene e meglio su una tematica importante, riconoscendo la validità e l’efficacia della proposta. 

Proposta che si prefigge l’obiettivo di andare in soccorso a quegli amministratori virtuosi, il cui scopo principale è l’efficacia della propria azione amministrativa, non perdendo di vista, tuttavia, i risvolti economici.

Prosegue con successo, dunque, il lavoro di service che il Rotary Club Cropani svolge ormai sul territorio da anni, ininterrottamente ed abbracciando vari campi della società.

Intanto in questi giorni i soci si preparano all’iniziativa che, come ogni anno, domenica 27 ottobre li vedrà scendere in campo per sostenere la campagna Polioplus indetta dal Rotary International in tutto il mondo.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner