Regionali. Cutullè (FdI Vallefiorita): " Prima si vota e meglio è"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Cutullè (FdI Vallefiorita): " Prima si vota e meglio è"
Emilia Cutullè
  31 dicembre 2020 11:55

 Il Circolo Fratelli d’Italia di Vallefiorita prende posizione sulla possibile data in cui i calabresi dovrebbero tornare al voto per il rinnovo delle massime cariche regionali dopo la prematura, e ancora dolorosa, morte della presidente Jole Santelli.

"Dalla scomparsa della cara Jole  -  sottolinea la coordinatrice del Circolo, Emilia Cutullè – che rappresentava  garanzia di riscatto per la nostra terra, complice anche l’emergenza sanitaria, sulla Calabria si è abbattuto un uragano che ne ha ulteriormente rallentato il  processo di crescita e sviluppo. Ecco perché prima si torna al voto, meglio è".

Banner

Il Circolo vallefioritese evidenzia "lo spassionato impegno dell’onorevole Wanda Ferro, deputata e  coordinatrice regionale del partito, sempre indirizzato a sottolineare le criticità in cui versano i nostri territori. Un impegno mai come in questo periodo  animato da una straordinaria forza combattiva di fronte a un Governo cieco che sta maltrattando quotidianamente la Calabria e i calabresi". 

Banner

La coordinatrice del circolo di Vallefiorita ricorda come "la sanità, oggi emblematicamente rappresentata dalla vicenda Sant’Anna Hospital, la disoccupazione, gli imprenditori costretti ad abbassare le serrande a causa di un Decreto Ristori bello solo sulla carta, le infrastrutture viarie, il turismo, la scuola e la sicurezza rappresentino “emergenze” che non possono aspettare ancora. I calabresi, che pretendono risposte immediate, non possono e non devono aspettare ancora".

Banner

Il riferimento, non certo velato, è a chi dovrà rappresentarli. "Non accettiamo  - dicono dal Circolo -  di essere colonizzati da nessuno (come ad esempio un de Magistris di turno), vogliamo e pretendiamo di “affidarci” solo a uomini e donne “del posto” che hanno radicato nel cuore il senso della vera “calabresità”, gente non calata dai tavoli romani ma “scelta” sulla base di una quotidiana abnegazione a favore del nostro territorio di cui conosce le esigenze".

Per un anno che si chiude e uno che si apre Fratelli d’Italia di Vallefiorita guarda anche e soprattutto al proprio contesto territoriale.

"Sono tanti gli impegni a cui saremo chiamati  - conclude Emilia Cutullè -. Quello più significativo è di lavorare in sinergia con quanti hanno a cuore il bene della nostra comunità nel convincimento che solo dall’aggregazione delle forze belle e sane possano nascere spunti e idee capaci di proiettarci in un futuro solido e di consegnarlo orgogliosamente alle generazioni future". 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner