Regionali. Forza Italia a Roma mette il "punto" su Roberto Occhiuto presidente

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali. Forza Italia a Roma mette il "punto" su Roberto Occhiuto presidente
Roberto Occhiuto
  25 febbraio 2021 23:30

di ENZO COSENTINO

Forza Italia, più che mai decisa, mette il suo “punto” sulla candidatura di Roberto Occhiuto a presidente della Regione. Ne avrebbero discusso a lungo nel pomeriggio il presidente Silvio Berlusconi e Antonio Taiani.  A conclusione del colloquio, è stato  attivato il contatto con l’interessato per sollecitarne la sua completa ed ufficiale accettazione. Anche perché, a brevissimo giro, FI, Lega e Fratelli d’Italia si accomoderanno al “tavolo” per chiudere il capitolo della candidatura a premier in Calabria. A prescindere dalla eventualità, ormai più che certa, che la data delle elezioni slitterà, forse anche a settembre. 

Banner

Oltre questa proposta-indicazione, dunque irreversibile, che sarà formalizzata al prossimo “tavolo” del centrodestra nazionale, sia Berlusconi che Taiani, ritengono non vi sarebbero altre vie da percorrere. In Calabria nessuna contrarietà in FI alla scelta. Verrebbero quindi a cadere le velleità accarezzate da soggetti esterni al partito azzurro.

Banner

A voler essere aperturisti, oltre ogni plausibile ragionamento, se la partita della candidatura a presidente dovesse rappresentare una spaccatura nella coalizione di centrodestra in Calabria, l’unica soluzione fattibile diventerebbe la chiamata in campo della deputata Wanda Ferro, che è la coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia.  Contrariamente a quanto verificatosi per l’identica operazione nella precedente tornata, sullo stesso argomento non dovrebbe scattare alcun veto leghista per Roberto Occhiuto (il quale non rinuncerà all’impegno nella sua regione per occupare un posto  di prestigio, dopo essere rimasto fuori dal lotto dei sottosegretari attribuiti a FI e dovendo anche cedere il posto di capogruppo del suo partito alla Camera e con il quale il presidente Berlusconi potrà accontentare altro aspirante all’incarico). Voci che sono al momento al confine della fantapolitica che in questi frangenti, alla vigilia di una importante competizione elettorale, la fa da padrona.

Banner

Voci quindi in libertà paventano l’ipotesi che il partito di Salvini avanzerebbe la richiesta di avere via libera per assicurarsi, in caso di vittoria, la vice presidenza nel Governo regionale. E si anticipa anche il profilo del “candidato”: una personalità con tanta esperienza gestionale nell’ambito delle Istituzioni e in particolar modo di quelle degli Enti locali di grandi Città. Se così fosse – poiché due più due fa quattro anche in politica - il nome non potrebbe che essere quello dell’attuale sindaco del Capoluogo di Regione, Sergio Abramo. Al quale, viene da domandarsi se verrà chiesto il suo massimo apporto alla lista Lega per la circoscrizione Centro. Il che, se le voci dovessero trasformarsi in realtà, significherebbe che fra Abramo e il suo gruppo e Forza Italia si è consumata una separazione perché su questa è sempre possibile un ripensamento. In FI a tal proposito, invece, lo definiscono un divorzio a tutti gli effetti.

La situazione politica generale in Calabria, comunque  non è certo delle più fluide nonostante le assicurazioni che i partiti tentano di dare ai calabresi. Ovviamente ognuno secondo la propria ottica. Resta un fatto importante: in questo momento i calabresi hanno ben altro da pensare che alla politica.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner