Regionali, per Talarico "l'Udc tornerà in Consiglio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regionali, per Talarico "l'Udc tornerà in Consiglio"
Francesco Talarico
  13 luglio 2019 19:53

Prosegue senza sosta il lavoro di radicamento dell'Udc su tutto il territorio regionale. Dopo l'ottimo risultato ottenuto alle Elezioni europee, con gli 8.500 voti raccolti da Lorenzo Cesa risultato poi il primo dei non eletti, l'obiettivo è ovviamente quello di riuscire a tornare ad essere rappresentati in Consiglio regionale". É quanto si afferma in un comunicato della segreteria dell'Udc della Calabria.
"Una meta ambiziosa - si aggiunge - che il segretario regionale Francesco Talarico non vuole mancare e per raggiungere la quale si sta spendendo in prima persona anche attraverso il continuo confronto con amministratori, elettori e rappresentanti della società civile che si riconoscono nei valori del centrodestra moderato. All'ultima di queste riunioni, che ha avuto luogo ieri a Lamezia Terme, ha preso parte anche il segretario nazionale Lorenzo Cesa, che ha nuovamente ribadito la sua intenzione di seguire, passo dopo passo, il processo di crescita del partito in Calabria e della formazione della lista per le regionali".
"Un grande segnale di attenzione - ha detto, a tale proposito, Francesco Talarico - che ci inorgoglisce e ci sprona a proseguire lungo la strada intrapresa. La nostra lista per la prossima competizione elettorale può considerarsi completa al 70%, con l'individuazione di candidati importanti in tutte le province calabresi e anche grazie al dialogo intrapreso con il professore Pino Nisticò. Naturalmente il nostro partito rimane aperto al contributo di tutti i soggetti, politici e appartenenti alla società civile e al mondo dell'associazionismo, e in Calabria il bacino di riferimento è molto ampio, che si riconoscono nei valori dell'Udc e dei moderati e vogliono dire basta al dilagare dei populismi. La politica della responsabilità deve tornare ad avere la supremazia e sconfiggere chi pensa soltanto ad inseguire i sondaggi di giornata e coniare slogan vuoti soltanto per compiacere la tribù dei social. C'è bisogno, invece, di una classe dirigente che sappia assumersi la responsabilità del governo per risolvere concretamente i problemi quotidiani dei cittadini".
"La strada naturalmente è ancora lunga - si aggiunge nella nota - ma il partito che si sta muovendo in maniera unitaria e vuole arrivare con un programma di governo ben definito alle prossime regionali".
"Le elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale - dice ancora Talarico - rappresentano un appuntamento fondamentale e l'Udc, partendo dal buon risultato ottenuto alle Europee, riuscirà a superare la soglia di sbarramento del 4%, tornando nella massima assemblea elettiva calabrese. E da qui, così come non si stanca di ripetere Lorenzo Cesa, potrà partire anche la rincorsa alle elezioni politiche che, con buona probabilità, si svolgeranno subito dopo la finestra delle regionali. L'Udc dimostrerà di essere determinante, così come lo è stato fino ad ora, all'interno della coalizione di centrodestra, unita insieme a Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia. Con il centrodestra unito e l'Udc presente al suo interno tutti gli appuntamenti elettorali regionali dal mese di marzo del 2018 sono risultati vittoriosi. E tante altre vittorie seguiranno se la coalizione saprà essere compatta attorno ai propri valori ed a credibili e concreti programmi di Governo".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner