REGIONALI. Santelli a Catanzaro: "Mi aspetto grandi risultati". La presentazione di Casa delle Libertà. Parente: "Il centrodestra è compatto"(VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images REGIONALI. Santelli a Catanzaro: "Mi aspetto grandi risultati". La presentazione di Casa delle Libertà. Parente: "Il centrodestra è compatto"(VIDEO)
Jole Santelli e Claudio Parente
  09 gennaio 2020 18:15

di PAOLO CRISTOFARO

"Vedo persone con ottimismo, mi aspetto grandi risultati". Queste le parole più pronunciate, oggi pomeriggio, dalla candidata regionale del centrodestra, Jole Santelli, che ha tenuto una conferenza stampa a Via Lucrezia della Valle a Catanzaro. Con lei i candidati della lista Casa delle Libertà, e il coordinatore della stessa Claudio Parente. "Il centrodestra ora è compatto con la Santelli. Crediamo di poter dare un contributo sostanziale", ha detto Parente.

Banner

Banner

Tanti i temi toccati brevemente da Jole Santelli. Per cominciare, alle domande relative a Mario Occhiuto e ai giorni che hanno visto una spaccatura nel centrodestra, ha riferito: "Ciò che riguarda la presa di posizione di Occhiuto, mi ha divisa. In quei giorni c'era Jole (persona, ndr) e poi c'era Jole Santelli. La Jole Santelli politica ha saputo politicamente accettare le posizioni di Occhiuto e prenderne atto. Non mi sento di dire altro". Circa la punzecchiatura di Callipo, che le ha chiesto di dimettersi dall'incarico parlamentare, la Santelli ha replicato: "Callipo - come ha ammesso lui stesso - non conosce la politica e le tempistiche della politica relative ad eventuali dimissioni".

Banner

"Vedo ottimismo, bisogna avere fiducia e iniziare a riscoprire e promuovere la Calabria bella, ma inutile prenderci in giro. Bisogna essere consapevoli comunque di essere in una situazione drammatica e di dover fare tutto il possibile per ristabilire una situazione di normalità innanzitutto. Sono prioritarie le problematiche del lavoro (per fermare l'esodo dei giovani che scappano da una terra che non da possibilità) e della sanità, provando soprattutto a sbloccare i grossi centri ospedalieri e a scaricare il flusso di richieste sfruttando al massimo i riferimenti territoriali e mandando lì i codici bianchi, cercando di evitare la congestione dei pronto soccorsi", ha spiegato. Pesanti le critiche della Santelli relativamente alla scelte di commissariamento adottate. "La politica sanitaria di cui si parlava, specialmente rispetto a quanto portato avanti dal Ministro Grillo, puntava a voler dire che chiunque avrebbe potuto occuparsi di sanità in Calabria, tranne i calabresi. Non è la strada giusta ed è stata un'azione che soltanto danni ha arrecato alla gestione in Calabria. Siamo stanchi, dopo anni ed anni di commissariamenti che non producono risultati concreti". 

"Non dimentichiamo poi che la Calabria può e deve anche essere terra di impresa. Siamo una regione con altissimo tasso di importazione. Certo, ritengo che non siamo nelle condizioni di produrre tutto ciò che si produce in altre regioni, per diverse peculiarità, ma credo che buona parte di ciò che importiamo - soprattutto beni alimentari e di prima utilità, sia possibile trovarli e venderli anche qui. Bisogna puntare sulle imprese locali e farne punti di forza", ha asserito la Santelli. "Grande attenzione dobbiamo dare anche ai trasporti, per evitare l'isolamento, per migliorare centri come Crotone, come Reggio e snodi vitali come Lamezia Terme e Gioia Tauro". Non esistono politiche diverse. La Calabria è una. Anzi, è fatta soprattutto di province e di zona interne. Chiaramente sarà un impegno prioritario anche quello di puntare al rilancio soprattutto dei borghi, delle realtà particolari della nostra regione" ha detto. "Bisogna combattere contro lo spopolamento dei piccoli centri, prima che il danno sia irreversibile", ha continuato.

"Ringrazio Claudio Parente per il supporto al nostro progetto e per aver capito l'ampio tentativo di andare oltre, oltre i particolarismi e oltre gli obiettivi singoli e dei singoli per riuscire in un risultato più grosso. Confido in grosse sorprese da parte della Casa delle Libertà e sono contenta di vedere ottimismo e voglia di fare politica, di dare ancora alla politica. La Calabria ha dato alla politica molto più di quanto la politica abbia dato alla Calabria stessa" ha detto la Santelli. "Noi abbiamo messo insieme una squadra vincente che ha saputo raccogliere professionisti, imprenditori, gente competente, per dare un contributo oltre che numerico anche tecnico e concreto al progetto di centrodestra", ha sottolineato Parente in sede di conferenza stampa.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner