Regione. Per il candidato presidente dal balcone del centrosinistra fumata nera

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regione. Per il candidato presidente dal balcone del centrosinistra fumata nera
La Cittadella regionale a Catanzaro
  21 dicembre 2020 23:50

di ENZO COSENTINO

Interpartitica del centrosinistra sino a tarda notte.  Notizie ufficiali neppure un rigo. Solo “voci” dagli spifferi. Argomento clou: stilare una “rosa” di nomi papabili per la candidatura a presidente della Calabria. Si è discusso a lungo e di nomi ne sono stati fatti diversi. Ma nessun in particolare ha fatto soffermare l’attenzione interessata e definitiva dei “commensali” al tavolo della trattativa.

Banner

Non ha voluto mancare in questa tornata Carlo Tansi, che, comunque, ha ribadito la ferma intensione che il suo Movimento “Tesoro Calabria” si sta muovendo per approntare tutti gli adempimenti necessari per la sua candidatura presidenziale e per le candidature nelle liste che lo sosterranno. Tansi anche in sede di interpartitica è stato più che mai determinato a sostenere che il candidato presidente non debba essere necessariamente un politico e soprattutto non un personaggio che scaturisca da un accordo PD e Movimento 5Stelle. E l’ex capo della Protezione Civile non sarebbe isolato su questa posizione.

A conclusione dei lavori, comunque, il “papa” non è stato eletto. Un ulteriore momento di riflessione è stato chiesto, invece, da tutti, anche se il segretario regionale del Pd, Stefano Graziano, ha ribadito che non c’è molto tempo a disposizione per arrivare ad un accordo complessivo. Poche, infatti, le probabilità che la data del 14 febbraio (difeso a spada tratta dalle forze del centrodestra) slitti.

Banner

Per la “fumata bianca” c’è, dunque, da attendere. Aspettando che il nome del candidato del centrosinistra lo porti forse uno “speciale” Babbo Natale. Ma sarà un “bel regalo” sotto l’albero dei calabresi?

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner