Rinascita Scott, la Procura di Catanzaro chiede di sentire il giudice Petrini e oltre 900 testimoni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rinascita Scott, la Procura di Catanzaro chiede di sentire il giudice Petrini e oltre 900 testimoni
Marco Petrini
  05 gennaio 2021 18:08

di EDOARDO CORASANITI

C'è anche l'ex giudice della Corte della Corte d'Appello di Catanzaro, Marco Petrini, nell'elenco dei 913 testimoni che la Procura di Catanzaro ha chiesto di sentire nell'ambito del processo Rinascita-Scott, pronto per iniziare il 13 gennaio a Lamezia Terme.

I pubblici ministeri Antonio De Bernardo e Annamaria Frustaci hanno depositato la lista al Tribunale di Vibo Valentia: oltre al magistrato accusato di corruzione e condannato in primo grado a a 4 anni e 4 mesi in primo grado nell'ambito di "Genesi" che dovrà riferire sul verbale di interrogatorio reso il 25 febbraio, ci sono anche testimoni di giustizia, consulenti, parti offese, collaboratori di giustizia di imputati di reati connessi e forze dell'ordine che si sono occupati delle indagini. Nell'interrogatorio del 25 febbraio davanti ai pm salernitani Petrini ha raccontato di presunti rapporti corruttivi tra suoi ex colleghi e legali. A distanza di pochi mesi, però, lo stesso giudice ha smentito ritrattato le accuse sostenendo di aver parlato con un "forte turbamento e grave deperimento fisico che hanno fortemente inciso sulle mie capacità di ricordo, compromettendole"

Tra i testimoni di giustizia risultano il catanzarese Santo Mirarchi, Emanuele Mancuso, Andrea Mantella, Bartolomea Arena. 

L'operazione anti 'ndrangheta guidata dal procuratore della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri e che il 19 dicembre 2019 ha messo in luce un presunto sistema di criminalità organizzato con base a Limbadi, provincia di Vibo Valentia, con a capo il clan "Mancuso". Coinvolti anche politici, avvocati, amministratori, forze dell'ordine. Il filone principale del processo inizierà il 13 gennaio alle 9 nell'aula bunker della Fondazione Terina, a Lamezia Terme, località scelta per la celebrazione del maxi processo che vede coinvolti 345 persone. Gli altri imputati dovranno essere giudicati davanti al Tribunale di Catanzaro (6 imputati), Cosenza (4 imputati), Corte d'Assise di Catanzaro (13 imputati) e i riti abbreviati (91 imputati). 

Banner

 

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner