S. Anna Hospital. Baldo Esposito: "Supporteremo ogni ipotesi di salvataggio per tutelare pazienti e dipendenti"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images S. Anna Hospital. Baldo Esposito: "Supporteremo ogni ipotesi di salvataggio per tutelare  pazienti e dipendenti"

Il presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale all'indomani della riunione a Palazzo Campanella

  06 gennaio 2021 13:25

La terza Commissione “Sanità, Attività sociali, culturali e formative” del Consiglio regionale, presieduta da Sinibaldo Esposito, si è riunita ieri per discute delle problematiche del Sant’Anna Hospital di Catanzaro. Un incontro formale voluto dalla politica a cui però non hanno preso parte due 'controparti istituzionali' importanti come il commissario ad acta Guido Longo e la commissione prefettizia dell'Asp di Catanzaro. C'era il direttore generale reggente del dipartimento regionale Tutela della Salute Giacomino Brancati (al posto del 'titolare' Francesco Bevere) che ha messo un punto fermo: il verbale Ota (uno dei tasselli per la verifica dei requisiti dell'accreditamento) è stato trasmesso all'Asp di Catanzaro il 30 dicembre. E' sostanzialmente favorevole, seppure con qualche raccomandazione. Gli aspetti tecnici e amministrativi fanno definire ad Esposito la vicenda "delicata e complessa". Nel frattempo, si attende la decisione del Tar sul ricorso avanzato dalla clinica contro la comunicazione dell'Asp di fermo alle attività sanitarie accreditate. "La commissione ha voluto prendere in esame la questione. Il nostro pensiero va agli anelli più deboli di questa catena che sono i cittadini-pazienti calabresi ed i lavoratori che vedono vacillare la loro certezza occupazionale". "Supporteremo ogni di salvataggio", ha aggiunto. 


Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner