Sanità. Spirlì in visita all'ex ospedale di Cariati: "Basta abbandono"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sanità. Spirlì in visita all'ex ospedale di Cariati: "Basta abbandono"
Spirlì in visita all'ospedale di Cariati

Il presidente ff ha sottolineato che bisogna "attivare la parte iniziale dell’assistenza, quella sul territorio, perché a fare i grandi progetti sulla carta, che poi non vengono mantenuti, sono bravi tutti"

  12 gennaio 2021 18:27

 
«Siamo qui perché gli anni contrassegnati dal silenzio della Regione devono trovare finalmente una fine. Non è solo questione di riaprire o chiudere un ospedale: ci sono l’urgenza e la necessità di riportare la salute, e la sanità stessa, in queste terre». È quanto ha dichiarato il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, oggi in visita nell’ex ospedale di Cariati, oggi Capt (Centro di assistenza primaria territoriale).

«Sono qui – ha spiegato Spirlì – a rappresentare tutta la Giunta e l’intero apparato politico-istituzionale della Calabria in un territorio che non può e non deve continuare a essere abbandonato a se stesso. C’è la necessità di mettere gli abitanti di questa fetta di Calabria alla pari con tutti gli altri e in una condizione di tranquillità». «Dobbiamo attivare – ha sottolineato ancora Spirlì – la parte iniziale dell’assistenza, quella sul territorio, perché a fare i grandi progetti sulla carta, che poi non vengono mantenuti, sono bravi tutti. Noi dobbiamo tornare qui con la zappa, a seminare la tutela della salute».

Banner

Banner

Il presidente Spirlì è arrivato a Cariati nel primo pomeriggio di oggi. Presenti i consiglieri regionali Giuseppe Graziano e Pietro Molinaro. Ad accogliere Spirlì, il sindaco della città, Filomena Greco, diversi primi cittadini del comprensorio, il direttore del distretto Jonio Sud dell’Asp di Cosenza, Antonio Graziano, oltre ai medici e ai due coordinatori del Capt di Cariati, Alessandro Galati e Giovanna Izzo.

Banner

Spirlì ha visitato alcuni ambienti del presidio che comprende Punto di primo intervento, Rsa medicalizzata, ambulatorio di cardiologia, ambulatori polispecialistici, laboratorio analisi, centro di salute mentale, emodialisi, radiologia e assistenza domiciliare integrata. Tutti servizi che – è stato detto durante il sopralluogo – hanno bisogno di essere potenziati con nuovo personale e attrezzature. Il presidente della Regione ha inoltre ascoltato le richieste dei rappresentanti di una associazione locale impegnata nella difesa del diritto alla salute.

«Non è mia abitudine nascondermi, sono qui – ha sottolineato Spirlì – soprattutto per imparare, in modo da poter poi ripetere questa lezione a chi di dovere. Prima di parlare, sono abituato ad ascoltare e a vedere con le mie orecchie e i miei occhi». Il presidente, assieme al sindaco Greco, ha infine raggiunto il Teatro comunale di Cariati, dove si è confrontato apertamente con i sindaci del comprensorio.

 

Ex ospedale CariatiIl presidente Spirlì e il sindaco GrecoIl presidente Spirlì nella strutturaIl presidente Spirlì, il sindaco Stasi e i sindaci del comprensorio

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner