S.Anna Hospital a rischio chiusura. I dipendenti: "Siamo ostaggi delle istituzioni calabresi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images S.Anna Hospital a rischio chiusura. I dipendenti: "Siamo ostaggi delle istituzioni calabresi"

  05 gennaio 2021 21:27

Sono 240 i dipendenti del Sant'Anna Hospital di Catanzaro ad aver già ricevuto la comunicazione di cassa integrazione. Il caso della clinica privata catanzarese a cui l'Asp ha comunicato di non poter procedere con l'erogazione delle prestazioni sanitarie accreditate non si è sbloccato nemmeno quest'oggi in Commissione Sanità del Consiglio dove a pesare sono state le assenze del commissario ad acta Guido Longo e della terna prefettizia dell'Asp di Catanzaro. Una situazione 'esasperante' che i lavoratori stessi non intendono accettare senza combattere.  Si tratta di infermieri, medici ed ausiliari che da tanti anni lavorano per quella che è da sempre considerata un fiore all'occhiello della sanità calabrese. Un ausiliaria ci dice: "Forse il progetto è chiaro, forse vogliono portare la cardiochirurgia a Lamezia sottraendola alla città di Catanzaro e privandoci del nostro posto di lavoro". Si tratta di una professionista che lavora da 16 anni al Sant'Anna hospital e che insieme ad alcune sue colleghe lotterà sino a quando non riavrà la certezza del suo posto di lavoro. Un altro ci dice di sentirsi "rassegnato. Ostaggio delle istituzioni calabresi che restano in silenzio". 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner