Sersale affronta il problema del randagismo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sersale affronta il problema del randagismo

  04 giugno 2019 15:20

In foto: I ragazzi dell’associazione "Balzoo Amici di Ronzo" assieme ai relatori 

di FRANCESCA FROIO

SERSALE: presentata, presso la sala consiliare di Sersale, l’associazione "Balzoo Amici di Ronzo”, che da qualche mese lavora sul territorio per la tutela degli animali. L’incontro, moderato dal giornalista Pasquale Scalise, ha rappresentato anche un importante momento di discussione per parlare di randagismo e delle varie iniziative che l'amministrazione comunale di Sersale, in supporto a Balzoo, sta mettendo in atto per contrastare il fenomeno stesso. «Il randagismo- ha dichiarato il primo cittadino Salvatore Torchia- rappresenta una problematica diffusa in moltissimi paesi e la nostra amministrazione è pronta a lavorare assieme ai volontari per diffondere, in tutto il comprensorio, iniziative volte a risanare questa piaga». Aspetto confermato anche dal consigliere comunale Rosario Colosimo, delegato al contrasto del fenomeno del randagismo, che ha ricordato quanto l’amore e la tutela per gli animali sia una prerogativa importantissima in tema di senso civico «Come sosteneva  Gandhi, la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali».
Giunto per l’occasione Luigi Griffini, presidente nazionale di Balzoo, che dopo aver esposto l’operato dell’associazione, di rilevanza nazionale, si è complimentato con i volontari per l’impegno preso e portato avanti e con l’amministrazione che si è dimostrata sensibile ed attenta a questa tematica, pensiero rimarcato anche dalla Vanessa Sorrento, responsabile dei rapporti con gli enti pubblici. Ampia rilevanza all’aspetto giuridico che - come ha ricordato l’avvocato Serafina Pettinato-  non può e non deve essere ignorato, è importante tutelare i diritti di questi esseri viventi e tutti dobbiamo sentirci in dovere di denunciare qualsiasi ingiustizia ed irregolarità».
A concludere l’incontro gli interventi del giovanissimo socio Vincenzo Deodati e della  presidente dell'associazione, Serena Torchia, che hanno ringraziato i volontari che lavorano assiduamente per portare avanti questo progetto che ad oggi conta circa 60 cani salvati dalla strada.
«Tra le tante iniziative in programma anche un’importante campagna di sensibilizzazione  nelle scuole- ha sottolineato la presidente- perché pensiamo che la soluzione al randagismo non sia chiudere i cani nei canili, ma evitare che ve ne sia la necessità, e questo si può fare lavorando sulle nuove generazioni, interfacciandosi con esse diffondendo un messaggio che dovrebbe essere scontato e purtroppo spesso non lo è, quello del rispetto e della tutela degli animali».

Banner

 

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner