Simeri Crichi, rifiuti: i chiarimenti del sindaco avvocato Piero Mancuso

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Simeri Crichi, rifiuti: i chiarimenti del sindaco avvocato Piero Mancuso
Il sindaco di Simeri Crichi Piero Mancuso
  22 luglio 2021 16:16

"A seguito della nota pervenuta a mezzo social dei consiglieri del gruppo indipendente volta a giudicare l'operato dell'Amministrazione nell'ambito della gestione raccolta rifiuti, rendiamo note alcune precisazioni volte a dare un senso di verità poiché per l'ennesima volta, gli avvoltoi che compongono il suddetto gruppo politico, ai fini di una spregiudicata campagna elettorale hanno ben pensato di dare seguito all'oramai consueto tentativo di denigrare questa amministrazione". Così in una nota del sindaco di Simeri Crichi, avvocato Piero Mancuso. "Ebbene è noto a tutti tramite i Tg Regionali, i Giornali locali e le Ordinanze fatte dal Presidente f.f. della Regione Calabria Spirlì - prosegue - come purtroppo in questi giorni gli impianti di conferimento (le cosiddette discariche) sono andate in tilt tanto da recare disagi e rallentamenti non solo nel nostro territorio comunale ma anche ad altri enti locali. È infatti una consuetudine assistere a tali difficoltà nei periodi estivi, alle quali la Regione non riesce a determinare una soluzione poiché appena accresce la popolazione grazie al turismo locale, si va in blocco".

"Di fatti abbiamo assistito a non poche polemiche a seguito dell'ordinanza prodotta dal presidente Spirlì che autorizzava conferimenti presso la discarica di Crotone, - si legge ancora -  in modo da alleggerire la mole di tonnellate che le discariche locali sono costrette a ricevere ed a smaltire, ma a questa ordinanza il sindaco di Crotone si è opposto con tutte le forze, definendola un abuso ed un rischio nei confronti della propria cittadinanza. Vogliamo dunque precisare che ciò che viene conferito in discarica è il materiale umido ed indifferenziato che viene prodotto. Il materiale umido se non viene conferito in discarica non può essere smaltito in altro modo pur avendo a disposizione un'isola ecologica con cassoni carrabili che è attiva ed attrezzata, ma i signori consiglieri sanno bene che è vietato dalla legge depositare umido se non presso impianti di conferimento".

Banner

"Se si sono verificati problemi lo scorso martedì per la raccolta del multimateriale - ribadisce - è perché i numerosi mezzi forniti dalla ditta che ha in appalto il servizio, sono rimasti da svuotare davanti la discarica di Alli rendendo vane le attese degli operatori davanti ai cancelli, rendendo così impossibile procedere con la raccolta prevista per il giorno successivo del multimateriale. C'è da aggiungere il dato che traspare attraverso richieste da parte degli uffici comunali competenti che chiedono l'aumento delle tonnellate da conferire presso la discarica e che l'amministrazione di quest'ultima autorizza una quantità irrisoria ed insufficiente a soddisfare le necessità del territorio, che andrebbe a coprire solo il 50% del materiale da conferire. È prendente pertanto una richiesta di aumento delle quantità da conferire per il comune di Simeri Crichi in relazione anche al popolamento della zona marina nel periodo estivo che va a duplicare il numero di cittadini che abitano il territorio comunale. Per quanto riguarda la suddivisione dei materiali, questi, differenziati, vengono conferiti in piattaforme specifiche. Possiamo non chiamarle discariche ma piattaforme convenzionate con il Comune le quali, per gli stessi problemi legati alle discariche sono andate in tilt. I consorzi di riciclaggio non acquisiscono direttamente i materiali differenziati ma stipulano contratti con le piattaforme di raccolta".

"Ci prendiamo la responsabilità di affermare che - incalza - laddove si sono verificate situazioni di disservizio ed inefficienza da parte della ditta che ha avuto in appalto il servizio di raccolta differenziata, questa amministrazione è immediatamente intervenuta, diffidando la medesima e risolvendo anche le modalità contrattuali laddove il servizio non rispettasse i canoni del capitolato. Infatti, la ditta che ha ora in gestione il servizio, opera da pochi anni nel nostro territorio e al momento ha garantito e rispettato i termini contrattuali, mettendo a disposizione più mezzi, più operatori, precisando che, come previsto dal contratto nei tempi e nelle modalità, fornirà anche i nuovi mastelli. Ricordiamo tutti, ed anche i consiglieri, adesso dall'altra parte, come prima dell'insediamento di questa amministrazione, le tonnellate di rifiuti facevano da sovrane nel nostro Paese; come il servizio di raccolta differenziata non era efficiente per mancanza di mezzi e operatori, come non esisteva un servizio continuo "porta a porta". Non era prevista nemmeno la racconta degli sfalci e degli ingombranti prima del nostro insediamento e in tutti questi anni grazie alle nuove gestioni, agli operatori ecologici e ai dipendenti comunali si è riusciti a dare continuità ed efficienza anche per la raccolta degli ingombranti, la quale in alcuni periodi sembrava pura utopia".

Banner

"Oggi si ha la possibilità, in modo gratuito,- evidenzia ancora - di andare a conferire presso un'isola ecologica situata in una zona strategica, in modo tale da essere raggiunta con facilità da tutta la popolazione di Simeri Crichi con determinati orari di apertura al pubblico ed operatori a disposizione. Per quanto riguarda invece l'orario d'inizio del giro di raccolta rifiuti da parte degli operatori, è indetta per domani una riunione operativa tramite la quale definire un orario che sarà rispettato tutti i giorni, per come prevede il capitolato d'appalto. Ci teniamo però a comunicare che se in questi giorni hanno ritenuto necessario anticipare l'ora del giro di raccolta, questo, ci è stato riferito che si è verificato in virtù del fatto che è opportuno arrivare in anticipo in discarica per garantire il conferimento e lo svuotamento dei mezzi utilizzati per il servizio. Alle affermazioni dei consiglieri che attestano che le acque delle nostre zone non sono balneabili, si invita a fare riferimento alle ultime note prodotte dall'Arpacal, quale ente di tutela e monitoraggio delle acque. Queste affermazioni non denigrano solo L'Amministrazione Comunale ma anche l'intelletto dei cittadini che ogni giorno vivono le nostre bellissime spiagge. È denigratori anche per la promozione di un territorio che a gran voce vorrebbero rappresentare e questo ci meraviglia poiché i consiglieri che compongono il gruppo indipendente vivono anche di turismo".

"Infine mi preme toccare un argomento che riguarda l'abbandono incivile ed arbitrario di rifiuti all'interno dei Viallggi Eucaliptus 1 e 2. È stato registrato in questi luogo un proliferare di mini discariche con accumulo di sacchi (altri 150) contenenti sfalci. A questi, nei giorni successivi, ma con medesime modalità incivili, si sono aggiunti rifiuti di tipo indifferenziato. Non entro nel merito ma il risultato è stato quello di imbrattare i villaggi in questione, ma la natura del problema risiede certamente nell'inciviltà diffusa.
L'Amministrazione Comunale comunque non è rimasta a guardare rispetto al problema di igiene pubblica creatosi, previa autorizzazione da parte dell'Ato Rifiuti di Catanzaro a conferire oltre i limiti giornalieri, ha già adottato, anche in sinergia con l'amministratore condominiale dei predetti villaggi, ogni opportuna azione per la completa pulizia dei luoghi. L'eccezionalità e straordinarietà degli accumuli di rifiuti è stata risolta in tempi tecnici che si sono dilatati anche a causa della crisi delle discariche in Calabria. Tramite questo comunicato - conclude - vogliamo inoltre dare anche un messaggio ai tanti cittadini che abitano in questa stagione estiva il nostro territorio dicendo che in questi mesi sono stati prodotti molteplici verbali da parte della polizia municipale per abbandono di rifiuti sul suolo pubblico e si continuerà per tutti i mesi successivi ed anche invernali, grazie al monitoraggio del territorio per mezzo delle numerose videocamere di sorveglianza installate sulle nostre strade. Confidiamo nel buon senso e nella buona educazione di tutti".


Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner