Strumenti e politiche attive per contrastare lo spopolamento dei borghi. A Soverato dibattito con Ferro, Vono e Bova (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Strumenti e politiche attive per contrastare lo spopolamento dei borghi. A Soverato dibattito con Ferro, Vono e Bova (VIDEO)
Wanda Ferro a Soverato
  22 luglio 2019 09:52

di FRANCESCO IULIANO

C’è un’Italia molto spesso dimenticata che fa da contraltare a quella del grande turismo con numeri da capogiro. Un’altra Italia. Diversa da quella pubblicizzata e conosciuta nel mondo. I dati diffusi dall’Enit per il 2018, collocano il bel Paese al secondo posto dopo la Spagna con ben oltre 216 milioni di pernottamenti in termini di presenze estere.

Banner

Peccato, però, che se da una parte ci si attivi per incentivare l’arrivo di turisti, dall’altra le amministrazioni locali fanno ben poco per salvaguardare il patrimonio umano a disposizione favorendo, di fatto, lo spopolamento dei territorio.

Un’altra Italia, dunque,  che deve fare i conti con il fenomeno dell’abbandono di tante zone piene di fascino ma condannate all’oblio.

Banner

Di spopolamento dei borghi ma anche di strumenti e di politiche attive avviate, si è parlato nel corso dell’evento dibattito organizzato dal gruppo politico Soverato più e allestito negli spazi del Bounty sul lungomare di Soverato. Un appuntamento con l’obiettivo di avvicinare gli amministratori locali, esperti e cittadini del Soveratese attraverso un confronto aperto sui problemi prioritari che quotidianamente le amministrazioni pubbliche sono chiamate a fronteggiare. Moderati dalla giornalista Rosy Urso, hanno partecipato all’incontro l’onorevole Wanda Ferro, la senatrice Silvia Vono ed il consigliere regionale Arturo Bova. Tra gli invitati anche imprenditori, professionisti e gli amministratori dei comuni del comprensorio di Soverato.

"E' apprezzabile – ha commentato Silvia Vono – ed è bello constatare che a Soverato si torni a parlare di politica. Di politica seria, di politica fatta di confronto e di dialogo. Da soveratese mi auguro che gli amministratori locali abbiano idee progettuali per evitare o limitare lo spopolamento dei nostri territori. E’ facile parlare di fuga di cervelli – ha aggiunto – quando continuiamo dare la nostra preferenza politica a persone che non sanno minimamente cosa voglia dire vivere in un determinato territorio. Non si vive più di slogan e non si vive di finanziamenti accettati sulla base di un’idea che non c’è. Il vento è cambiato. La politica è cambiata. In risposta al nostra impegno ci aspettiamo un impegno altrettanto serio e completo da parte dei cittadini».

L’incontro è stata l’occasione per presentare al territorio la nuova forza politica,Soverato più (+), che sarà protagonista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Per  Wanda Ferro, un ruolo fondamentale  del percorso  che le istituzioni dovrebbero avviare per contenere il fenomeno dello spopolamento, è quello che riguarda  l’istruzione e, in particolare, l’offerta formativa universitaria.  «Non si dovrebbe guardare alla duplicazione di eventuali facoltà già esistenti – ha commentato l’esponente di Fratelli d’Italia – ma all’apertura di facoltà  che diano e che abbiano  la vocazione del territorio. Penso al turismo e alla gastronomia. Troppo spesso, invece, facciamo una guerra tra poveri sostenendo facoltà già esistenti e trascurando quelle nuove professionalità che darebbero nuove opportunità ai nostri giovani».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner