Tabaccaia uccisa: l'autore fuggito senza rubare niente

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Tabaccaia uccisa: l'autore fuggito senza rubare niente
La Questura di Reggio Calabria
  31 luglio 2019 16:11

Un cittadino filippino di 43 anni è stato fermato per l'omicidio Mariella Rota, la tabaccaia di 66 anni uccisa a coltellate ieri nell'androne del palazzo in cui abitava, in via Melacrino, in una zona centrale di Reggio Calabria, e da cui si accede anche al suo negozio. L'uomo sarebbe un cliente abituale della rivendita in cui andava a giocare al Lotto. La donna, secondo una prima ricostruzione, l'avrebbe sorpreso mentre stava cercando di introdursi nella tabaccheria passando dall'androne.

Alcuni vicini hanno sentito le grida della donna, poi il silenzio. Sul posto è intervenuta la polizia che ha condotto le indagini. L'omicida, secondo quanto riferito da un investigatore, avrebbe accoltellato la donna con "particolare violenza". Non è ancora chiaro se l'autore dell'omicidio fosse solo o se vi fosse qualcuno con lui. I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma alle 17 in Questura.

Banner

Sarebbe fuggito senza impossessarsi di nulla l'uomo di 43 anni fermato dalla polizia a Reggio Calabria perché ritenuto l'autore dell'omicidio della tabaccaia Mariella Rota.
L'uomo, probabilmente, ha avuto una reazione violenta, scagliandosi contro la titolare del negozio, perché essendo suo cliente temeva di essere riconosciuto e denunciato dalla donna dopo essere stato sorpreso mentre tentava di introdursi nella tabaccheria

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner