Torre di Ruggiero. Il sindaco Barbieri: “La vicenda processuale a carico di Maria Teresa Sanzo non è chiusa”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Torre di Ruggiero. Il sindaco Barbieri: “La vicenda processuale a carico di Maria Teresa Sanzo non è chiusa”

  14 settembre 2021 13:11

 Riceviamo le precisazioni del sindaco di Torre di Ruggiero in merito alla  vicenda processuale a carico di Maria Teresa Sanzo. Il riferimento è  all'articolo “Non era diffamazione ma critica politica...” pubblicato in data 10 settembre.

L'amministrazione comunale di Torre di Ruggiero, guidata dal sindaco Mario Barbieri, precisa quanto segue: “L’ordinanza di archiviazione del Gip di Catanzaro, dott. Francesco Vittorio Rinaldi, inerente il procedimento di diffamazione a mezzo stampa a carico di Maria Teresa Sanzo, scaturito dalla querela sporta dal sindaco di Torre di Ruggiero, è stata impugnata davanti alla Corte di Cassazione”. 

Banner

“Il Gip di Catanzaro non ha escluso il contenuto denigratorio e l’infondatezza delle affermazioni contenute nella nota dei coordinatori locali di Forza Italia, ma ha specificato che le stesse rappresentino opinioni personali, come tali congetturali (quindi non vincolate al requisito della veridicità), degli autori”.

Banner

"E tuttavia la distinzione operata dal Gip tra diritto di critica e diritto di cronaca poggia sull’erroneo presupposto giuridico secondo cui il requisito della veridicità rileverebbe solo per l’integrazione del secondo . La pronuncia, pertanto, ad avviso dell'amministrazione comunale di Torre, non ha tenuto conto del costante insegnamento della Suprema Corte, secondo cui “il criticante quando giunge ad accusare il criticato di veri e propri comportamenti antigiuridici, deve quantomeno indicare il fondamento fattuale delle sue accuse, sul presupposto rilievo che la critica non è svincolata dal requisito della veridicità in relazione al fatto che si intende criticare”.

Banner

"Per queste ragioni,  tenuto conto che la nota diffusa dagli indagati riporta(va) fatti e circostanze falsi e pretestuosi, trasmodanti il diritto di critica politica, l’amministrazione ha dato incarico al suo legale di fiducia, l’avv. Valerio Murgano del Foro di Catanzaro, al fine di impugnare il provvedimento è ristabilire la verità, storica e giuridica, di quanto accaduto. Non consentiremo mai a nessuno di buttare fango sull'amministrazione e sulla comunità di Torre; la vicenda processuale, quindi, è tutt’altro che chiusa e attenderemo fiduciosi la Pronuncia della Suprema Corte”. 

LEGGI ANCHE QUI. Non era diffamazione ma "critica politica" al sindaco di Torre Ruggiero: archiviate le accuse per la forzista Maria Teresa Sanzo

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner