Ufficio di prossimità a Chiaravalle, Pelaia (Fi): "Ecco come è andata"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ufficio di prossimità a Chiaravalle, Pelaia (Fi): "Ecco come è andata"
La sede del Comune di Chiaravalle Centrale
  11 febbraio 2022 11:39

"Ufficio di prossimità. Rinunce e Scorrimento Graduatoria, fanno si che il Comune di Chiaravalle Centrale possa rientrare nuovamente in corsa, per ottenere il finanziamento. E' bene fare chiarezza. Con delibera G.M. n°. 70 del 19 giugno 2018, a rettifica della Dei. N°. 40 dell'8 marzo 2018, veniva istituito Ufficio di Prossimità presso l'Ente. Il comune doveva fornire il personale, dotare il locale di idoneo arredo, delle attrezzature e altro. Da questo momento in poi nulla è stato fatto sapere, né da parte del Sindaco Donato, ne dati' assessore al ramo (trasparenza e legalità); nessuna relazione annuale o fine legislatura esiste agli atti. Forse è stato fatto poco o nulla e, di sicuro, ciò avrà inciso sulla posizione in graduatoria dei comune di Chiaravalle, come si vedrà di seguito". Così in una nota del coordinatore cittadino Forza Italia, Ingegnere Bruno Pelaia.

"Successivamente, in seguito all' adesione al progetto complesso Uffici di prossimità (UDP) - prosegue - promosso dal Ministero della Giustizia, con nota del 10/07/2019 a valere sull'Asse I FSE (0.T.11- Azione 1.4.1) del Programma Operativo nazionale" Governance e Capacità istituzionale 2014/2020", la Regione Calabria ha indetto una manifestazione d' interesse, rivolta ai Comuni e alle Unione di Comuni, al fine di attivare, presso le rispettive sedi, gli Uffici di Prossimità. Il modello di adesione alla manifestazione doveva essere inviato al dipartimento programmazione e le candidature dovevano essere presentate entro il 16 maggio 2021".

Banner

"Terminato l'iter burocratico, - si legge - sul BURC veniva pubblicato il decreto dirigenziale n.° 7541 del 21/07/2021, che approvava la graduatoria provvisoria dei Comuni e Unione dei Comuni risultati idonei alla manifestazione d'interesse. Chiaravalle, purtroppo, non è risultata in posizione utile in quanto il numero di affari di volontaria giurisdizione  trattati è risultato essere inferiore a quelli dei comuni più  virtuosi e, quindi, ammessi. Trascorsi i tempi tecnici di rito per eventuali ricorsi o impugnative, sul BURC è stato pubblicato il decreto dirigenziale n.° 9106 del 09/09/2021 "Uffici di prossimità progetto Regione Calabria, approvazione graduatoria definitiva" e purtroppo Chiaravalle centrale non c'è!  In particolare, sono 25 gli Enti locali selezionati che avranno la possibilità di accedere ai finanziamenti, con lo scopo di gettare le basi per un sistema giustizia più vicino ai cittadini ed in particolare alle fasce più fragili della popolazione, costruendo una rete di "punti di giustizia prossima" sull'intero territorio regionale".

Banner

"Successivamente, avendo qualche comune (Cinquefrondi e Montebello ionico) rinunciato e/o altro motivo, è stato fatto lo scorrimento della graduatoria. Questo, fortunatamente, ha consentito che Chiaravalle fosse recuperata e che, finalmente, potrà beneficiare di questo importantissimo servizio; di questo siamo contenti! Tuttavia è giusto e doveroso rivolgersi alla comunità in modo corretto, - conclude -  preferibilmente sereno, riportando tranquillamente la realtà dei fatti, evitando mistificazioni. La campagna elettorale è finita e non si sente veramente il bisogno di urlatori, di arruffapopoli e demagoghi".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner