Us Catanzaro 1929, Risolo e Calì per rinforzare l’organico. Il Sindaco convoca gli imprenditori per lo sponsor annuale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Us Catanzaro 1929, Risolo e Calì per rinforzare l’organico.
Il Sindaco convoca gli imprenditori per lo sponsor annuale
Andrea Risolo e Aimone Calì
  22 luglio 2019 19:42

di ANTONIO ARGENTIERI PIUMA

Presentati a Moccone, in Sila, presso l’Hotel La Fattoria dove alloggia da nove giorni l’Us Catanzaro per il ritiro precampionato, Andrea Risolo e Aimone Calì, rispettivamente centrocampista e attaccante. Il centrocampista, classe 1996 di Mesagne, prelevato dal Bisceglie ricorda che “come tutti sanno la mia esperienza è stata molto complessa. Non vedevo l’ora di arrivare a Catanzaro per mettermi in mostra. Ringrazio il direttore sportivo per avermi dato questa possibilità”. Tantissima concorrenza nel suo ruolo e ci sarà da sgomitare sulla mediana. “Neppure ci penso a questo, l’allenamento per me è vita o morte. Proprio lì cercherò di dimostrare che anch’io ci sono, poi spetterà all’allenatore fare le sue scelte. Il livello quest’anno si è alzato – ha ricordato Risolo - anche perché hanno tolto la lista degli under e degli over e quindi le società con maggior potenzialità stanno costruendo squadre competitive perciò questa categoria la reputo una B2. Ci sarà da divertirsi. Il Catanzaro è una squadra forte che si sta allenando bene e che potrà dire la sua”. Si descrive come “un centrocampista molto duttile che non molla mai fino al centesimo minuto e lo dimostrerò in campo e in allenamento”.
Dal canto suo, Aimone Calì, punta centrala classe 1997 romano, partito da Roma e Lazio ma poi finito in Eccellenza dove tuttavia si è fatto notare a suon di gol tanto da essere comprato dall’Atalanta. “Dopo la primavera sono andato a Carrara in Legapro – racconta ai microfoni - dove non ho trovato alcuno spazio e sei mesi dopo mi sono trasferito al Racing Roma ma siamo retrocessi e ho giocato solo due partite. Al primo anno tra i professionisti se non lasci il segno nessuno ti nota e così mi sono rimboccato le maniche e ho deciso di ripartire dall’Eccellenza dove ho fatto molto bene. Quindi, prendo benissimo questa nuova avventura e sono contento di intraprendere una nuova sfida tra i professionisti e spero vada meglio questa volta. Tutto sommato è il mio primo vero anno tra i professionisti”. Calì si definisce “una prima punta ma sono a disposizione del Mr per imparare anche a giocare in modo diverso sul fronte d’attacco”.

Banner

Lega Oggi pomeriggio, alle ore 15, nella sede della Legacalcio di serie A ci sono stati i sorteggi del calendario completo della Coppa Italia Tim Cup. Il Catanzaro giocherà la prima in casa con la Casertana di fronte al suo pubblico. Se dovesse passare il turno andrà l’11 agosto a Salerno. Se le aquile dovessero superare anche il secondo turno il 18 agosto saranno impegnate al Via del Mare di Lecce in serie A. Poi, ancora un altro turno il 4 dicembre, con buona probabilità contro la Spal, fino ad arrivare agli ottavi che prevedono il doppio turno con il Milan in programma il 15 e il 22 gennaio 2020. Fantacalcio? Non si sa mai. Per ora tocca prepararsi per la prima in casa, il 4 agosto

Moccone Nono giorno di ritiro precampionato per l’Us Catanzaro 1929 agli ordini di Mr Gaetano Auteri e dello staff tecnico al completo. Al mattino la truppa giallorossa ha lavorato su forza e tattica mentre nel pomeriggio i preparatori si concentreranno molto sul lavoro con la palla e sulla corsa

Banner

Mercato Sembra essersi arenato il mercato dell’Us Catanzaro. Le trattive che conducono agli attaccanti Eusepi e Paponi sono in una fase di stallo. Per questioni economiche la prima, per scelta del giocatore la seconda che spera nella conferma in B da parte della Juve Stabia o in un’offerta dalla cadetteria. A questo punto è lecito pensare che il nostro Ds stia volgendo lo sguardo anche altrove per finalizzare quei tre, quattro acquisti che di fatto metterebbero fine al mercato in entrata dell’Us 1929. Ricapitolando, il 20 per cento di cui parla Mr Auteri, dovrebbe completarsi con l’acquisto di un primo portiere e di un secondo, di un difensore centrale che andrebbe a rimpiazzare Pambianchi, quasi sicuro partente, e di un attaccante di razza che possa dare peso e qualità al reparto offensivo. Queste le priorità. In porta di tratta sempre per Perucchini dell’Empoli ma non è semplice e per la difesa si sta guardando anche ad Alessandro Ligi, difensore centrale del Carpi, l’anno scorso in B con lo Spezia. Certo, la quasi certa cessione di Eugenio D’Ursi e la sua importante plusvalenza che ne deriverebbe (si parla almeno di 500mila euro e l’acquirente dovrebbe essere il Napoli che lo girerebbe subito in C proprio al Bari, nostra diretta concorrente) dovrebbe servire per mettere mano al portafoglio ed acquistare i giocatori di peso che servono ad Auteri per rinforzare l’organico. Se così fosse il Catanzaro avrebbe ceduto Furlan al Catania e D’Ursi al Bari rinforzando due dirette concorrenti. Ma fino ad ora regna il silenzio e man mano paiono svanire i nomi di cui si è parlato in questi giorni. il Catanzaro, intanto sta svolgendo il ritiro senza un primo e un secondo portiere e senza sapere se, e nel caso di vendita del nostro numero 7, chi giocherà nel ruolo di centravanti.

Note dolenti Girava da tempo voce in città di un certo malumore diffuso tra diversi imprenditori locali che hanno già sottoscritto lo sponsor per l’Us Catanzaro 1929 e che probabilmente non hanno intenzione di rinnovarlo. Le motivazioni sembrano essere molteplici, ma corre voce, sempre nell’ambiente, che alcuni titolari di aziende abbiano accolto non proprio bene una letterina mandata dai legali della società del presidente Noto in cu si chiede di regolarizzare il pregresso degli anni passati. Proprio per questo il sindaco Sergio Abramo, oggi pomeriggio, alle 18, in Comune ha convocato il presidente Noto e gli imprenditori locali con l’intento di riportare l’armonia e convincere ancora una volta gli imprenditori a sostenere il sodalizio giallorosso

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner