Vonella (FI): “A Girifalco siamo senza sanità, assente la giunta Cristofaro”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Vonella (FI): “A Girifalco siamo senza sanità, assente la giunta Cristofaro”
Filippo Vonella

"Perdiamo pezzi di sanità ogni giorno nel silenzio del sindaco e dell'assessore alla sanità"

  07 febbraio 2021 18:30

di MASSIMO PINNA

Non solo viabilità precaria e mancati aiuti ai commercianti, Filippo Vonella vicecoordinatore di Forza Italia Girifalco denuncia la progressiva assenza della sanità sul territorio. “Per continuare la analisi dell’impoverimento del nostro territorio e dell’inerzia – afferma - del sindaco Cristofaro sui temi prettamente sociali, occorre fare una valutazione sullo stato della sanità a Girifalco. Volendo superare l’alibi del Covid, giacché non si muore solo di Covid, da circa due anni i girifalcesi assistono, inermi, ad un impoverimento dei servizi sanitari essenziali”.

Banner

Vonella, esamina punto per punto i servizi sanitari ai cittadini che si riducono giorno per giorno, nel silenzio della politica.

Banner

“Il Polo Sanitario Territoriale (PST) di Contrada Serra – per esempio - da tempo ha perso il servizio di vaccinazione dei bambini e le mamme sono costrette a portare i neonati a Soverato, anche in condizioni climatiche proibitive e proprio in periodo di Covid, quindi a rischio contagio!!”. Ed ancora, “il Consultorio familiare non ha visto il rimpiazzo né dell’ostetrica, né della psicologa, la quale in passato operava quotidianamente nelle strutture scolastiche cittadine ed era di fondamentale importanza per i ragazzi/e in fase adolescenziale, né dell’assistente sociale che da sempre fungeva da tramite nelle famiglie per la risoluzione di problematiche particolari che vedevano il coinvolgimento delle forze dell’ordine e degli istituti di assistenza minorile, nell’affrontare problemi di ragazzi a rischio e Dio sa se, invece dei selfie – attacca - avremmo bisogno di servizi sociali attenti”.

Banner

Insomma, per Vonella, “è di tutta evidenza che Girifalco sta vivendo, come altre comunità, momenti di disagio sociale che richiedono una costante attenzione, che non può essere risolta con la elargizione di buoni spesa. I servizi di Cardiologia (di vitale importanza), Chirurgia e Fisiatria sono spariti!! - continua - Eppure servivano una larga utenza per l’intero comprensorio, persone soprattutto anziane provenienti da Girifalco e paesi limitrofi, che in pochi minuti potevano ricevere la prestazione specialistica. Oggi questi pazienti vanno a fare ore di attesa in presidii grossi quali Soverato o Catanzaro e i più fortunati ricevono altre prestazioni specialistiche nella vicina Squillace, cittadina molto più organizzata dove, probabilmente, la politica – denuncia - non è concentrata sul cemento armato!”.

Addirittura, come riporta Vonella, nel silenzio dei più sta accadendo l’incredibile. Ovvero, “in questi giorni, per evitare la quasi certa chiusura del PST, operatori sanitari in servizio presso la struttura hanno dovuto, spontaneamente, sostituire il personale amministrativo congedatosi, per evitare il blocco totale delle attività di sportello e scongiurare la chiusura. Ma non si sa per quanto tempo ancora potranno resistere! E la politica? Esiste una assessore alla sanità? Ad oggi l’unico assessore che ricordo è l’amico Nando Cosco!!”.

Vonella, sottolinea che “prima di Natale il sindaco aveva annunciato l’inaugurazione della Rems per il 15 dicembre, forse però confondeva l’anno, anche se c’è da dire che la Rems, fortunatamente, di competenza della Regione e il ruolo dell’amministrazione sarà – evidenzia - solo quello di partecipare al taglio del nastro, dopo che la Regione avrà effettuato le assunzioni tramite concorsi trasparenti, così come più volte richiesto e ribadito dal Comitato Emergenza Sanità”.

LEGGI ANCHE QUI Rems di Girifalco, dal Comitato Emergenza Sanità esultano: "E' ufficiale, il personale sarà reclutato tramite concorso"

In conclusione, “è tempo di non tergiversare e il silenzio non aiuta, né tanto meno ci si può ancora nascondere dietro i timori della pandemia, con cui si dovrà, comunque, convivere ed anzi, colgo l’occasione per ringraziare tutti gli operatori della sanità, ad ogni livello, che con il proprio impegno hanno salvaguardato l’incolumità dei cittadini in tempi così tristi! Forza Italia nei prossimi giorni continuerà ad esprimere il proprio pensiero sul reale decadimento che la comunità sta vivendo”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner