Zona Gialla a Catanzaro: niente assembramenti e norme anticovid rispettate

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Zona Gialla a Catanzaro: niente assembramenti e norme anticovid rispettate

  08 gennaio 2021 16:15

di CARMEN MIRARCHI

Due giorni di zona gialla in tutta Italia. Domani il rientro in zona arancione, una due giorni di respiro per i cittadini che hanno potuto spostarsi tra i comuni ed approfittare degli sconti.

Banner

A Catanzaro Lido un po' di traffico ma niente di più nel pomeriggio, stessa cosa nel centro commerciale cittadino. Parcheggio abbastanza pieno ma fila all'entrata solo di un negozio. Il rispetto delle regole è massimo.



La sorpresa più grande è stata però nel centro storico.  Qui il solito traffico, qualche persona nei negozi ma nessun assembramento particolare per aperitivi o incontri tra amici. I catanzaresi rispettano le regole e forse sono pronti ad una "zona bianca" in totale sicurezza. C'è consapevolezza e coscienza.

Banner

Forse le previsioni erano di assembramenti e baldoria ed invece i cittadini hanno dimostrato, ancora una volta, di voler rispettare le regole perché la loro preoccupazione più grande è quella di uscire dalla pandemia in maniera definitiva.
Il vaccino è arrivato, la speranza di una soluzione è forte. La zona gialla non è stata percepita come un 'libera tutti' ma come un momento di leggero respiro. Distanziamento, mascherina e nessun assembramenti. Regole rispettate dai cittadini che probabilmente adesso sono pronti ad affrontare anche una riapertura totale nel rispetto delle regole dettate per far fronte alla pandemia.  Difficile vedere gruppi senza mascherine o persone troppo vicine.  Forse le regole sono ormai abitudini consolidate e dunque un'estensione per la totale riapertura non sarebbe così 'pericolosa' come in passato. 

Sino a qualche settimana fa in pochi avevano il Covid 19 in casa. Adesso o si è stati personalmente colpiti dal Coronavirus o si ha qualche parente vicino positivo.  Il Covid è nelle case di tutti, la paura è forte però questo spinge al rispetto delle regole. In caso di riapertura non c'è dubbio che nessuno si azzarderebbe a non rispettare le indicazioni del Governo per tutelare la propria salute e quella degli altri.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner