A Sellia la Simeup insegna a salvare la vita con piccole manovre d'emergenza (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Sellia la Simeup insegna a salvare la vita con piccole manovre d'emergenza (VIDEO)

  10 ottobre 2019 17:42

di FRANCESCO IULIANO

«Piccoli gesti, semplici  che possono salvare una vita umana». Nasce anche da questa consapevolezza l’idea della (SIMEUP), di organizzare, in collaborazione  con il Centro di Riferimento di Blsd di Catanzaro, (coordinato dalla dottoressa Stefania Zampogna) e con la sezione di Catanzaro dell’Ammi, l’Associazione Mogli Medici Italiana, una giornata di prevenzione dal titolo “Una manovra per la vita”.  Scopo della manifestazione: insegnare a genitori, nonni, insegnanti e bambini, le manovre da attuare in caso di ostruzione delle vie respiratorie da un corpo estraneo considerato che una morte infantile ogni quattro, è provocata dal soffocamento.

Banner

Banner

L’iniziativa,  in programma domenica 13 ottobre prossimo a Sellia, nel borgo dei bambini nella sede del Museo dei Bambini, dalle 16 alle 19, è stata presentata questo pomeriggio nel corso di una conferenza stampa allestita nella sala Giunta della Provincia di Catanzaro alla presenza della rappresentante nazionale Simeup, la dottoressa Stefania Zampogna, dell’assessore all’Istruzione, del Comune di Catanzaro, Concetta Carrozza, del sindaco di Sellia, Davide Zicchinella e dell’assessore alla cultura Concetta Folino.

Banner

« “Sapere e  saper fare” – ha detto Stefania Zampogna - è il messaggio che noi della Simeup  diffonderà  in occasione della manifestazione di domenica prossima. La patologia accidentale –rappresenta la principale causa di morte nella fascia di età compresa tra 1 e 4 anni nei paesi industrializzati. Ogni anno, circa 500 bambini  in Europa perdono la vita per soffocamento dovuto a ostruzione delle vie aeree superiori: una nocciolina, una pallina, una mandorla, un sorso di latte, una caramella, un corpo estraneo qualunque possono esserne la causa. Un evento che, senza adeguato soccorso, lascia senza ossigeno il cervello per pochi minuti e, conseguentemente porta a lesioni invalidanti. Per salvare una vita o per evitare tragiche conseguenze basterebbero poche manovre salvavita invece di lasciare spazio alla disperazione, all’impotenza, all’angoscia ed all’attesa estenuante di un soccorso che spesso tarda ad arrivare».
Per il sindaco di Sellia, Davide Zicchinella, «ospitare iniziative così importanti, non può che fare bene alla nostra comunità. Per fare belle cose, non c’è bisogno di disporre di grandi cifre. Si possono fare ugualmente avendo tanta buona volontà e la costanza a non rassegnarsi».

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner