Al via un accordo tra Comitato Paralimpico e Umg: "Favorire inclusione e sperimentazione". Conferenza stampa l'8 febbraio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Al via un accordo tra Comitato Paralimpico e Umg: "Favorire inclusione e sperimentazione". Conferenza stampa l'8 febbraio
umg catanzaro
  06 febbraio 2021 18:15

Orientare ed avviare all’attività sportiva le persone con disabilità che appartengono alla comunità universitaria, favorire iniziative e programmi condivisi per la promozione sportiva specifica per le capacità di ciascuno, sperimentare percorsi di collaborazione che vedano coinvolte le persone con disabilità attraverso l’uso delle strutture messe a disposizione dall’Università: questi gli obiettivi della Convenzione Quadro sottoscritta tra l’Università Magna Graecia di Catanzaro e il Comitato Italiano Paralimpico che sarà presentata ai giornalisti, lunedì 8 febbraio 2021, alle ore 12.00 in diretta web sulla piattaforma Google Meet, al seguente link: meet.google.com/zsf-nnan-pec.

Interverranno il Professor Giovambattista De Sarro, Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, il Dottor Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, il Dottor Antonino Scagliola, Presidente del Comitato Paralimpico regionale Calabria, il Professor Daniele Masala, Coordinatore del Corso di Laurea in Scienze Motorie, il Prof. Antonio  Ammendolia, Presidente del Comitato dello Sport dell’Ateneo catanzarese.

Banner

“E’ un segnale importante – ha dichiarato il Rettore dell’Università Magna Graecia Giovambattista De Sarro nel presentare la convenzione quadro – che lanciamo a tutto il nostro territorio di riferimento per favorire iniziative sperimentali di inclusione attraverso la promozione, in tutte le sue forme, della pratica sportiva, quale palestra di formazione e di vita che allena ad affrontare le sfide quotidiane. Il nostro Ateneo farà la sua parte per dare opportunità concrete di integrazione sociale e per lanciare il messaggio che la disabilità non rappresenta un limite nello sport come nella vita”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner