Catanzaro, ecco come saranno spesi i finanziamenti regionali per la depurazione

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, ecco come saranno spesi i finanziamenti regionali per la depurazione

  05 giugno 2023 15:28

Due progetti esecutivi sono stati approvati oggi dalla Giunta Comunale guidata dal sindaco Nicola Fiorita. Dopo il finanziamento della Regione Calabria, su proposta dell’assessore Raffaele Scalise, l’esecutivo di Palazzo de Nobili ha dato l’ok per gli interventi di efficientamento e rifunzionalizzazione degli impianti di depurazione e delle stazioni di sollevamento dei reflui urbani. Entrambi i progetti sono diretti ad affrontare le annose criticità del comparto fognario depurativo in vista dell’imminente stagione balneare 2023. 

In particolare, 579mila e 500 euro interessano il depuratore di località Verghello e le stazioni di sollevamento comunali. Si tratta della sostituzione di un tubo “premente” che porta i liquidi fognari dal quartiere Lido al depuratore. Questa condotta, ad agosto scorso, ha subito pesanti guasti ed è stato possibile farla ritornare in funzione esclusivamente dopo tre giorni e con una notevole spesa per le casse pubbliche. Inoltre, durante l’inverno, la stessa condotta si è danneggiata in altre tre occasioni. 

Banner

L’altro progetto esecutivo approvato è di 250mila euro e interessa il collettamento fognario del quartiere Santa Maria. In questo caso, l’intervento prevede la realizzazione di una linea parallela che, in concomitanza con la linea metropolitana di superficie, farà convogliare i liquami nel depuratore.

Banner

“Oggi sono andati in gara i lavori di ammodernamento del depuratore e a breve si realizzeranno altri due interventi importanti per efficientare ulteriormente il collettamento nella zona sud della città. La depurazione è uno dei temi più importanti che stiamo affrontando con fermezza e determinazione per abbattere i disagi che da troppo tempo vivono i residenti del quartiere marinaro“, ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Scalise.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner