Cosenza. "Teatro in Note" sostiene i reparti di Oncologia e Psichiatria dell'Annunziata

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cosenza. "Teatro in Note" sostiene i reparti di Oncologia e Psichiatria dell'Annunziata
Vera Segreti cooperativa sociale Teatro in note

Venerdì 8 gennaio, si terrà la seconda edizione del progetto “Per un sorriso donato”

  06 gennaio 2021 12:27

Anche nel periodo in cui il mondo dell’arte è costretto a fermarsi, Teatro in note, la cooperativa sociale diretta da Vera Segreti, non vuole abbandonare la sua mission di stare al fianco di chi ha più bisogno.  Proprio per questo motivo, venerdì 8 gennaio, si terrà la seconda edizione del progetto “Per un sorriso donato” che quest’anno gode del sostegno della presidenza del consiglio regionale della Calabria guidato da Giovanni Arruzzolo. 

Teatro in note, come già avvenuto lo scorso anno, vuole stare al fianco dei pazienti di Psichiatria e Oncologia dell’ospedale di Cosenza. La poetica del dono ha l’intento di portare un po’ di luce in una giornata dedicata ai pazienti nei reparti di Oncologia e Psichiatria dell’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Portare una ventata di vita attraverso l’iniziativa “Per un sorriso donato” promossa da Teatro in note che con la forza dell’arte, attraverso la musica, le immagini e le parole, vuole colorare i reparti in cui i pazienti, affetti da gravi patologie, trascorrono giornate lunghe, rese ancora più difficili dal momento storico che questa pandemia sta portato nelle vite di tutti noi.

Banner

Il rapporto tra sociale e arte è un sodalizio che Vera Segreti e Teatro in note hanno nella sua natura stessa ormai da 20 anni e ogni anno c’è almeno un appuntamento dedicato alla solidarietà come momento condiviso. Quest’anno, proseguendo il lavoro dell’anno passato e grazie al sostegno della presidenza del consiglio regionale della Calabria, Teatro in note ritorna nel reparto di Oncologia andando ad aumentare con nuovi libri la biblioteca del reparto per i pazienti ma anche per i familiari riportando l’attenzione alla lettura come momento di tempo creativo dell’attesa.

Banner

Nel reparto di Psichiatria, grazie al progetto "Le stanze dell'arte", l’obiettivo è quello di “immergere” pazienti e operatori in un viaggio fra i più grandi artisti della storia dell’arte, dotando ogni singola stanza dei pazienti, nonché le stanze d’attesa e dell’ambulatorio, le stanze dei medici e infermieri, di riproduzioni delle loro opere. Ci saranno, dunque, singole stanze dedicati a singoli artista da Michelangelo a Van Gogh, passando per Magritte.

Banner

"L’arte linguaggio universale - dice Vera Segreti - è linguaggio delle emozioni, dialogo del profondo tra i sensi e per questo insieme viaggeranno per trovare armonia e identità del sé grazie anche al supporto di Teatro in note".

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner