Il futuro passa dalla lingua francese: presentata a Catanzaro la formazione Esabac per le scuole

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il futuro passa dalla lingua francese: presentata a Catanzaro la formazione Esabac per le scuole
Da sinistra: Tassoni, Pudia, Lazzarotto e Lemarchand
  19 ottobre 2023 17:38

Nell’ITE Grimaldi-Pacioli si è tenuta la conferenza dal titolo “Formazione Esabac”, organizzata dall’Istituto Francese di Palermo con l’attachée linguistique, Leila Chaib, e la referente Esabac dell’Ufficio Scolastico Regionale, Nadia Crescente, in collaborazione con l’équipe dell’Alliance Française di Catanzaro diretta dalla presidente Fernanda Tassoni.

L’evento è stato dedicato all’illustrazione del progetto Esabac, percorso scolastico d’eccellenza che consente il rilascio simultaneo dell'Esame di Stato italiano e del Baccalauréat francese nelle scuole superiori con sezione bilingue italo-francese.

Banner

Aderendo al programma Esabac gli studenti possono accedere a università e istituti post-diploma sia in Italia che in Francia, aprendo le porte a una vasta gamma di opportunità accademiche. Non solo, le possibilità di crescita personali sono diverse: l’Esabac, infatti, favorisce lo sviluppo di competenze interculturali, aumentando la consapevolezza e l'apertura mentale degli studenti che hanno la possibilità di confrontarsi con una diversità di culture.

Banner

La presidente Tassoni ha illustrato le varie declinazioni del progetto in base alle scuole che decidono di adottarlo: si parla di Esabac generale, nei licei classici, linguistici, scientifici e delle scienze umane, che prevede di sviluppare competenze in Storia e Letteratura; ed Esabac Tecnologico (Esabac Techno) negli istituti tecnici del settore economico, indirizzi “Amministrazione, Finanza e Marketing” e “Turismo”, più improntato alla specificità dell’indirizzo di studio.

Banner

“Il Francese è una delle lingue principali delle Istituzioni Europee” - ha dichiarato la presidente Fernanda Tassoni - “Il nostro obiettivo è quello di riavvicinare le scuole calabresi allo studio della lingua e della cultura francese. Esabac manca dalle nostre scuole da 7/8 anni e noi stiamo lavorando incessantemente per riportarlo, per fornire ai nostri alunni un’opportunità che possa contribuire alla loro crescita personale e formazione professionale. È uno dei tanti obbiettivi che con l’Alliance Française mi prefiggo di portare avanti”.

Nel corso della conferenza sono interventi due ex alunni Esabac: Matteo Michele Catania, dottorando di ricerca presso la Sorbonne di Parigi e Anna Maria Palaia, avvocato e aspirante giornalista. Le loro fondamentali testimonianze sono state l’esempio concreto di come un progetto multiculturale come l’Esabac possa incidere sul percorso scolastico e universitario prima e professionale poi.

Un apporto fondamentale alla giornata è stato fornito dalle professoresse madrelingua che completano l’équipe dell’Alliance Française di Catanzaro, Nathalie Lazzarotto e Nadège Lemarchand, che hanno illustrato i tecnicismi e la struttura da seguire per il raggiungimento degli obiettivi didattici previsti dall’iniziativa. Presente anche la vice presidente Francesca Pudia.

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner