Mazzei (Uncem Calabria) si appella alle autorità competenti per "reperire ulteriori fondi per i lavoratori Lpu-Lsu dei piccoli Comuni"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mazzei (Uncem Calabria) si appella alle autorità competenti per "reperire ulteriori fondi per i lavoratori Lpu-Lsu dei piccoli Comuni"
Vincenzo Mazzei

I fondi servirebbero "per garantire almeno 26 ore settimanali com’era fino al 31 dicembre dello scorso anno"

  08 gennaio 2021 14:36

In merito alla Stabilizzazione lavoratori LSU/LPU Calabresi, il Presidente dell'Uncem Calabria Vincenzo Mazzei, ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri; al Ministero per la pubblica Amministrazione – dipartimento Funzione Pubblica; al Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali; al Ministero dell’Economia e delle Finanze; all’Onorevole presidente della Regione Calabria e all’Onorevole Assessore al lavoro della Regione Calabria.

Questo il testo della lettera: 

Banner

"Tanti comuni calabresi hanno provveduto con le risorse messe a disposizione dello Stato e della Regione alla stabilizzazione a tempo indeterminato, per 16 ore settimanali, dei lavoratori LSU/LPU.

In tal modo si è data una prima risposta che risulta però insufficiente a garantire sia un adeguato salario ai lavoratori, sia la regolare erogazione dei servizi ai cittadini.  

Banner

Poiché i piccoli Comuni, soprattutto quelli montani, non sono in condizione di aumentare le ore settimanali facendo fronte alla spesa con risorse proprie, si fa appello alla sensibilità delle SS.LL., al fine di reperire ulteriori fondi, per garantire almeno 26 ore settimanali com’era fino al 31 dicembre dello scorso anno".

 

                                                                                              

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner