Sit-in di protesta dei lavoratori del Consorzio bonifica di Trebisacce: "Il presidente non ha mantenuto gli impegni" 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Sit-in di protesta dei lavoratori del Consorzio bonifica di Trebisacce: "Il presidente non ha mantenuto gli impegni" 
Federica Pietramala, della Flai Cgil

Pietramala (Flai Cgil): "Siamo in lotta perché i lavoratori vantano ben 5 mensilità arretrate e il presidente ha assunto degli impegni con la Prefettura e, ultimamente, con il sindaco di Corigliano Rossano, che però non ha mantenuto"

  07 gennaio 2021 11:51

Ennesima protesta dei lavoratori del Consorzio di bonifica di Trebisacce. Da questa mattina i lavoratori, insieme ai rappresentanti sindacali di Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil, stanno presidiando, con un sit-in pacifico, la sede consortile, in attesa dell'incontro con il presidente del Consorzio, Mario Blaiotta, previsto per oggi.

"Siamo in lotta perché i lavoratori vantano ben 5 mensilità arretrate e il presidente ha assunto degli impegni con la Prefettura e, ultimamente, con il sindaco di Corigliano Rossano, che però non ha mantenuto", ha dichiarato, a nome dei rappresentanti sindacali presenti, Federica Pietramala, della Flai Cgil.

Banner

"Il presidente Blaiotta - ha aggiunto Pietramala - si era impegnato a pagare due mensilità prima delle festività natalizie e invece ne ha pagato soltanto una. I lavoratori volevano manifestare già prima della fine dell'anno, ma essendo in zona rossa abbiamo inteso posticipare la protesta ad oggi chiedendo, contestualmente, un incontro urgente al presidente". 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner